Gli allenamenti alla Rocky Balboa del friulano Jack Coja

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In palestra, al parco o in mezzo alla natura non fa differenza. "Jaky Coja", questo il suo pseudonimo, pratica una disciplina che non ha ostacoli ambientali. Si chiama calistenìa (calisthenics, o callistenia) ed è uno sport a corpo libero che punta a migliorare il corpo e la forza muscolare raggiungendo abilità ed equilibrio. L'atleta in questione è Giacomo Cojaniz, 23enne di San Giorgio di Nogaro, dipendente di un'azienda ittica della Bassa e giocoliere nel tempo libero. 

Un giorno di circa tre anni fa, quasi per gioco, Giacomo ha iniziato a seguire degli esercizi suggeriti da alcuni tutorial trovati su YouTube. Grazie alla sua applicazione, dagli esercizi base (trazioni, piegamenti sulle braccia e diversi esercizi per gli addominali) in breve tempo ha raggiunto la forza e l'abilità per affrontare quelli più difficili (front lever, back lever, planche, muscle up, oap, ted). Si allena con 5 amici ed è abbastanza seguito sulle sue pagine social. Si tratta comunque di un'evoluzione lenta e lui stesso, ci ha confessato, è partito con poca forza e da 62 chili di peso. Ora, in piena forma, pesa 78 chilogrammi ed è una vera e propria "bomba a mano di energia", così si descrive. "Mi alleno ovunque capiti - ci racconta il giovane - . Ogni posto dove posso appendermi per fare una bella ripresa lo sfrutto, anche perchè si tratta di uno sport molto duro e impegnativo e bisogna allenarsi costantemente, anche in vacanza. Certo - confessa - con il lavoro è dura trovare le forze, ma la passione ti dà la forza e questo sport è fantastico!". 

Potrebbe Interessarti

Torna su
UdineToday è in caricamento