Gazebo sul sagrato di San Cristoforo: «Ci sono cose che fanno molto più schifo in città»

Parla padre Ioan Marginean-Cocis, della comunità cristiano romena cittadina, dopo le polemiche per la struttura di fronte alla chiesa del 1300

Il gazebo criticato

«L’anno scorso il gazebo era pure più grande (e doveva essere così anche in quest’occasione), perché nessuno non mi ha chiesto conto della cosa o non ha protestato?». Ci prende in contropiede padre Ioan Marginean-Cocis, sacerdote della comunità cristiano romena di Udine, quando lo interroghiamo sulla regolarità della struttura che da mercoledì campeggia sul sagrato della chiesa di San Cristoforo , «è del 1300, la terza di Udine — ci tiene a specificare — dopo Santa Chiara e Santa Maria in castello». La questione ha alimentato diversi malumori tra cui, secondo quanto si sa, anche quello della parrocchia del duomo, che ha la gestione dell’edificio.

Le ragioni

«Abbiamo chiesto tutte le autorizzazioni — dice padre Ioan — e il gazebo non rimane lì per sempre, ma solamente fino a domani (venerdì). Ci siamo premuniti nel caso in cui dovesse esserci la pioggia, per fare in modo che le iniziative che abbiamo programmato non siano fatte sotto l’acqua cadente».

Il momento

Padre Ioan si riferisce alla giornata in cui si ricorda il centenario della Grande Unione della Romania (1918-2018), con l’evento "Oltre le sbarre", previsto per venerdì dalle 17 e 30. Nell’occasione sarà presentato il libro del vescovo Ioan Ploscaru, "Le sbarre, le mie croci. Poesie dal gulag romeno". Previsto anche un momento di danza, con due gruppi folkloristici, uno romeno e l’altro friulano.

La zona

Padre Ioan racconta l’iniziativa anche come una questione sociale. «Ho voluto in qualche modo attirare l’attenzione su una zona che in altre sere è degradata. Con il gazebo c’è la luce, la piazza è illuminata, almeno per queste sere. Provate a chiedere ai residenti cosa succede nelle occasioni in cui la piazza è buia, con i ragazzi che bevono, lasciano lì le bottiglie e fanno i loro bisogni sul sagrato. Queste sono le cose che fanno schifo, non di certo un gazebo che sta lì per qualche giorno».

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Consegna dei diplomi ai maturandi del Manzini, premiati anche gli "ambasciatori" della scuola

  • Sport

    L'Udinese costruisce ma non finalizza. Al Friuli passa il Parma

  • Cronaca

    Educatori privi di titoli, in arrivo il corso dell'Università di Udine

  • Cronaca

    Rapine furti e violenze in Friuli, si nascondeva in Germania

I più letti della settimana

  • Incidente mortale lungo la 463, la vittima è un 55enne di Bertiolo

  • Schianto all'alba al rientro da una festa, il 18enne alla guida aveva bevuto

  • Scontro mortale a San Daniele, strada regionale in tilt

  • Concessionario d'auto abusivo scoperto dalla Polizia

  • In fila dall'alba per accaparrarsi i biglietti del concerto di Vasco

  • Schianto mortale in Chiavris, perde la vita un uomo

Torna su
UdineToday è in caricamento