Riforma sanitaria, Serracchiani rassicura Gemona: "Nessun taglio ai posti letto"

La Presidente della Regione FVG replica agli scettici. "La riforma Telesca porterà vantaggi e risposte alle richieste di tutto l'Alto Friuli"

A due giorni dall'approvazione in Consiglio Regionale della riforma sanitaria, la tensione nel gemonese non si è affievolita. Tanto che il comitato "Io voglio l'Ospedale a Gemona" ieri ha minacciato di voler ricorrere al referendum. Oggi la replica della Presidente Serracchiani:

Serracchiani-1-2"La riforma sanitaria ha avuto un consenso molto ampio, sia fra gli operatori del settore, sia fra i cittadini. C'è un punto critico e riguarda soprattutto l'ospedale di Gemona. A me dispiace - spiega la presidente - che la riforma sia stata strumentalizzata anche per la campagna elettorale prossima ad avvenire. Ho sentito, infatti, che il Comitato ha annunciato la possibilità di andare in campagna elettorale e che si costituirà come forza politica. Evidentemente non hanno a cuore le questioni intorno al loro nosocomio. Lì è passata l'idea che l'ospedale di Gemona dal 1 gennaio chiuda. Nulla di più falso: non solo rimarrà aperto, ma avrà finalmente una sua identità.

Al San Michele resteranno tutti i presidi specialistici e ai posti letto attuali se ne aggiungeranno quattro per gli stati vegetativi. Finalmente daremo le risposte alle tante famiglie che hanno bisogno di strutture per la lungodegenza, la fisioterapia, la riabilitazione ecc. I servizi resteranno tutti e ci resteranno anche i medici di base che faranno la loro parte. E lo faranno in un nosocomio come quello di Gemona che è importante per tutto l'Alto Friuli. Potenzieremo le emergenze con la presenza di ambulanze anche in quei luoghi dove adesso non riusciamo ad arrivare. I fatti dimostreranno che questa è una buona riforma della sanità e che, soprattutto, i più contenti saranno i cittadini dell'Alto Friuli che finalmente avranno ospedali a cui rivolgersi."

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento