Il gradimento di Honsell: consiglieri a favore e contro le scelte del Comune

Il consenso per il primo cittadino sale, per il Pd è merito della viabilità, per l'Udc dei grandi progetti e per il Pdl manca ancora una programmazione. Il commento di Loris Michelini, Fabrizio Anzolini e Agostino Maio

Il sindaco Furio Honsell è sempre più apprezzato, secondo le statistiche, ma tra i suoi consiglieri non tutti sono d'accordo sulle scelte fatte finora, come Loris Michelini (Pdl).Non c'è programmazione – spiega il consigliere – e il Comune negli ultimi anni ha raddoppiato il suo debito. Non si possono fare interventi in giro per la città senza criterio e sperperando risorse pubbliche”. Loris Michelini fa un esempio su tutti. “Le periferie sono trascurate – aggiunge - ci sono quartieri senza marciapiedi e poi si inaugurano nuovi orti urbani e si pensa a pavimentare via Mercatovecchio con 1 milione e mezzo di euro. Ci sono delle priorità come la sicurezza, le strade, gli incroci pericolosi e i marciapiedi”. A proposito di viabilità, di positivo, secondo Michelini, c'è la scelta di realizzare il parcheggio in piazza Primo Maggio. “C'era bisogno di nuovi parcheggi – ha concluso – da realizzare prima di pedonalizzare il centro”.

Il sindaco Honsell ha affrontato grandi questioni, secondo il consigliere dell'Udc Fabrizio Anzolini. "L'Udc ha dato fiducia a Honsell su alcuni provvedimenti – ha spiegato – penso all'individuazione del nuovo sito per il Museo di Storia Naturale, un museo che al Comune costa centinaia di migliaia di euro e che da anni è chiuso in un magazzino, penso alla delibera sullo Stadio, ma anche ad alcune priorità che gli abbiamo sottoposto e che lui ha fatto sue, come quella della lotta all'alcolismo tra i più giovani o alla battaglia per abbassare le tariffe comunali alle famiglie”. Ora però bisogna vedere se i progetti diventeranno realtà. "Nel caso dello stadio, del Museo e dell'abbattimento delle tariffe stiamo aspettando che si passi dalle parole ai fatti e manca solo un anno alla fine del suo mandato. Qualora questi e altri progetti rimarranno solo sulla carta ne chiederemo conto. La politica degli annunci non la trovo particolarmente affascinante”

Corretto il metodo di lavoro del sindaco Honsell, secondo il consigliere Agostino Maio (Pd). “Il suo approccio ai problemi – ha spiegato – è vincente, perché è pratico e diretto, con una costante attenzione al cittadino. E' riuscito a portare a termine tante questioni complicate, come quella dello Stadio. Dopo 40 anni è stato realizzato un nuovo piano regolatore, con standard europei, che vanno verso una città moderna, più vivibile e con una mobilità sostenibile. Ha valorizzato la rete di piste ciclabili, rendendo la città più sicura per pedoni e ciclisti”. Non per questo Honsell ha trascurato le auto, secondo Maio. “Il parcheggio di piazza Primo Maggio – ha continuato – è una risposta alla città, mentre si lavora nella direzione della pedonalizzazione del centro”.

 

Potrebbe interessarti

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Le piscine a Udine e dintorni: dove andare per rinfrescarsi in acqua

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Malga Montasio: tutto quello che c'è da sapere

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto in Friuli

  • Scossa di terremoto in Carnia, la terra trema ancora una volta

  • Rubano 3mila euro di birra e cibo alla sagra e si bevono quasi tutto, denunciati

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

  • Contributi per la casa, ecco le nuove regole

  • Nuova forte scossa di terremoto nella notte in Carnia

Torna su
UdineToday è in caricamento