11 settembre 1976, l'audio del secondo sisma in Friuli

Nei primi giorni di quel lontano settembre altre scosse di terremoto tornarono a colpire duramente il Friuli dopo il sisma registrato il 6 maggio 1976. Anche l'audio di una di quelle scosse fu casualmente registrato. Questa volta negli studi Rai di Udine

Dopo l'incredibile storia che vi abbiamo raccontato il 6 maggio 2014, in occasione del 38° anniversario del terremoto che devastò il Friuli (con epicentro fra Gemona e Artegna, magnitudo di 6.4 della scala Richter e di 10 gradi della scala Mercalli), oggi vi proponiamo la registrazione del secondo sisma che tornò nuovamente a colpire la nostra regione. Incredibilmente infatti, a distanza di anni, una secondo audio, oramai quasi dimenticato, ci ripropone la drammaticità di quei momenti. Era l'11 settembre 1976 e negli studi Rai di Udine, da quanto si comprende, si stava effettuando il riversamento da Trieste di un servizio giornalistico in sloveno per l'edizione del giornale radio. Non ci è dato sapere quale delle due scosse di settembre sia stata registrata con esattezza, ma quasi con certezza sappiamo che si tratta del sisma dell'11 settembre e non di quelle del 15.

Le scosse settembrine: la prima scossa arrivò nel pomeriggio, alle 18:31, la seconda alle 18.40. La prima con una magnitudo di 5.8 della scala Richter, la seconda di 5.6, entrambe con epicentro individuato fra Gemona del Friuli e Venzone.

Quattro giorni dopo, il 15 settembre, altre 2 scosse di magnitudo intorno ai 6 Richter e comunque di oltre 6 gradi della scala Mercalli, tornarono nuovamente a far tremare la stessa zona. Come si legge dai rapporti di Paolo Cossi da "Il terremoto del Friuli 1976 - 2006: per ricordare, trent'anni" edito nel 2006 per il  Becco Giallo, i comuni di Trasaghis, Bordano, Osoppo, Montenars, Gemona del Friuli, Buja, Venzone e la frazione di Monteaperta, furono le località maggiormente colpite e gli abitanti di quei comuni furono trasferiti negli alberghi di Grado, Lignano Sabbiadoro, Jesolo e di altre località marittime. Là furono ospitati assieme ad terremotati rimasti senza alloggio.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento