Le Frecce Tricolori si raccontano a scuola

Da diverso tempo alcuni rappresentanti della pattuglia acrobatica incontrano gli studenti per parlare delle loro attività

Non un sorvolo della città, ma un passaggio a volo molto radente, all’interno della scuola, quello effettuato al Manzini di San Daniele, dalla Pattuglia Acrobatica Nazionale. 

Il progetto

Una tappa del percorso, che le Frecce fanno nelle scuole e che, grazie alla Fondazione Friuli (che sostiene queste iniziative informative e formative), ha toccato San Daniele, coinvolgendo i ragazzi delle classi quarte. Studenti che hanno avuto modo di ascoltare dal vivo alcuni dei protagonisti di questa eccellenza tutta italiana e di interloquire con loro.

Il capitano

Un pilota, il capitano Marocco, ovvero uno dei “Pony” (come sono soliti farsi chiamare sin dai primordi, ovvero dai tempi di quel Cavallino Rampante, che ha dato origine alla pattuglia), un responsabile della preparazione degli aerei e delle manutenzioni il sandanielese Gianpaolo Buccheri e il sergente Cocco, portavoce dell’attuale pattuglia acrobatica. Il pilota Capitano Marocco ha illustrato le tappe di un percorso di addestramento intensissimo, che parte dal diploma di scuola superiore, passando poi per l’Accademia, le scuole di volo, la linea operativa aeronautica dei jet, fino ad arrivare alle agognate Frecce Tricolori. Alla base di tutto rimane sempre la capacità di fare squadra. Perché i risultati ottenuti dal gruppo, la sua forza sono frutto dell’apporto dei singoli. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

Torna su
UdineToday è in caricamento