Genitori indisciplinati al volante, finti vigili davanti alle scuole

Finti agenti di Polizia muniti di fischietti e volantini per riprendere bonariamente alcuni automobilisti

Muniti di parrucche, cappellino e fischietti cinque finti vigili urbani hanno ripreso questa mattina alcuni genitori impegnati in manovre non del tutto regolari davanti alle scuole dei loro figli (inversioni di marcia, soste in doppia fila, parcheggi su stalli riservati ai disabili o manovre sui marciapiedi). E' quanto accaduto in via Baldasseria Media. Un'azione dimostrativa organizzata dall'associazione "Genitori in onda" svolta per sensibilizzare le mamme e i papà più distratti e che infrangono alcune regole con la solita giustificazione della "fretta" . 

LE RAGIONI. Scopo della "messinscena", la sicurezza dei ragazzi e il rispetto delle regole del codice stradale. Ai conducenti ripresi, è stato poi consegnato un volantino con alcuni avvertimenti e il significato dell'azione: "Non è una corsa senza regole. Contrubiamo a far si che l'accompagnamento dei nostri figli sia umano, sicuro e sereno mantenedo scorrevole la viabilità". A seguire una serie di consigli e una mappa per suggerire alcuni percorsi secondari utili per non perdere tempo ed uscire dal traffico senza inversioni o manovre azzardate.  

PROBLEMA TRAFFICO. Come è noto via Baldasseria Media è una delle strade più trafficate di tutta Udine durante le ore di ingresso e di uscita degli alunni (seconda sola a viale Leonardo Da Vinci, cuore del Centro Studi di Udine). La strada, infatti, accoglie ben 4 istituti sul suo asse: la Scuola Elementare Alberti, l'Asilo Nido Sacheburache e due scuole dell'infanzia. Si può solo immaginare quante centinaia di veicoli circolino intorno alle 8 del mattino, alle 13 o alle 16 del pomeriggio, costrette a gincane, a manovre sul filo del rasoio o a parcheggi del tutto fantasiosi. A peggiorare la situazione, da oltre un anno a questa parte, si è aggiunta la chiusura di una piccola stradina privata attigua, con parcheggio annesso, che costeggia la stessa via e che fino al 2016 veniva  utilizzata dai genitori per compiere inversioni di marcia (regolari), parcheggi o soste temporanee in tutta sicurezza. (La piccola stradina è stata chiusa per un contenzioso burocratico ultraquarantennale che vede protagonisti il Comune e la proprietà dell'area, l’impresa Antoniazzi che alla fine degli anni '70 edificò le ville “canadesi”. In sintesi lo scorso anno il Comune ha chiesto alla ditta costruttrice la manutenzione dei marciapiedi ammalorati. Come risposta l'impresario, che si aspettava il riscatto dell'area da parte dell'Amministrazione, ha recintato la zona chiudendo il transito a tutti e recando un danno evidente al quartiere).

LA REAZIONE. Dopo mesi di scene al limite della sopportazione, Genitori in Onda, un'associazione di promozione sociale, nata a maggio del 2014 e molto attiva a Udine Sud, ha così pensato ad una strategia per la sensibilizzazione della sicurezza stradale. “Ogni mattina assistiamo a scene pericolose – ci spiegato la presidente Paola Lerussi -. Siamo tutti di fretta, ma ciò non ci deve permettere di ovviare agli obblighi stradali". Così, in accordo con il dirigente dell'Istituto Comprensivo IV, Vittorio Del Bianco, la Polizia dell'Uti Friuli Centrale ed il Comune di Udine che ha patrocinato l'iniziativa, si è dato vita a questo progetto sperimentale. "Le reazioni sono state diverse - ha proseguito Paola, avvocatessa e mamma di un bambino che frequenta la scuola elementare Alberti - ma altre soluzioni non ci sono se non aspettare che riaprano la via privata a lato della strada".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Truffa della postepay, un pensionato carnico perde 3mila e 700 euro

  • Incidenti stradali

    Incidente mortale a San Giovanni, la vittima è Daniele Di Deo

  • Cronaca

    Vasto incendio in montagna, chiusa la regionale della Val Degano

  • Economia

    In Friuli come da Facebook e Google, si possono portare i cani al lavoro

I più letti della settimana

  • Tragedia a Prepotto, muore a soli 24 anni

  • Sulle strade della città arrivano i nuovi "VeloCity" contro chi corre troppo

  • Incidente in autostrada lungo la A4, chiuso il tratto Villesse-Palmanova

  • Ballerino stroncato da un malore a 55 anni

  • Auto si ribalta e finisce contro un platano, grave un 26enne

  • Rubava l'incasso dell'azienda dove era dipendente, arrestato

Torna su
UdineToday è in caricamento