Caos finte vaccinazioni, mamma e gemelline neonate colpite dalla varicella

La rabbia di una mamma friulana, che nonostante la profilassi ha contratto lo stesso la malattia

Varicella, prima per lei e poi per le sue due gemelline neonate a un mese dal parto, nonostante avesse seguito il ciclo di profilassi tale da proteggerla dalla malattia. È quanto toccato in sorte a una mamma friulana nel 2013. Il caso, secondo quanto ricostruito, sarebbe riconducibile alla mancata attività di Emanuela Petrillo,  la 31enne assistente sanitaria residente in provincia di Treviso protagonista dello  scandalo dei finti vaccini che ha coinvolto la provincia di Udine e la Marca. 



La scoperta

La donna - secondo quanto riporta il Messaggero Veneto - ha scoperto per caso lo scorso  17 agosto, accompagnando le figlie al distretto di Tarcento, di essere finita negli elenchi degli utenti segnalati il 6 luglio per avere avuto in sorte un appuntamento con l’operatrice incriminata. Come è potuto accadere? Avendo chiesto copia delle vaccinazioni dopo aver smarrito il libretto.

La tutela

Da qui, la decisione di rivolgersi all’Associazione di tutela dei diritti del malato di Udine, per raccontare il proprio caso, rilevare - come ha dichiarato al quotidiano udinese - «la mancata comunicazione di un fatto tanto grave, da mettere a rischio la vita delle mie figlie e mia», e «invitare le autorità competenti a effettuare i controlli anche sulle persone adulte vaccinate quando la Petrillo era in servizio».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I locali udinesi da "birra e panino": ecco la nostra selezione

  • Mamma e figlia mollano tutto, si diplomano insieme e aprono un locale

  • Cadavere in mare a Portopiccolo, è quello dell'udinese scomparsa da casa

  • In onda stasera su Rai1 il film di Oleotto girato a Udine

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Muore a soli 43 anni un ispettore capo della Polizia locale

Torna su
UdineToday è in caricamento