Sequestrato il centro commerciale Italia - Cina a Manzano

Gli agenti della Guardia di Finanza hanno posto i sigilli al capannone che ospita l'attività commerciale. Ipotizzate violazioni alla sicurezza delle persone per il mancato funzionamento degli impianti antincendio

La Guardia di Finanza di Cividale ha posto ieri i sigilli al centro per il commercio all'ingrosso Italia-Cina a Manzano in esecuzione di un'ordinanza di sequestro preventivo emessa dal gip del tribunale di Udine su richiesta della Procura di Udine che ha aperto un'indagine nei confronti del proprietario del capannone, un cittadino friulano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Procura ipotizza violazioni alla sicurezza delle persone per il mancato funzionamento di impianti antincendio e difformità nei certificati. Nessuna contestazione per gli affittuari, che oggi non sono potuti entrare nel centro. Per garantire l'ordine pubblico sono intervenuti in ausilio ai finanzieri anche polizia e carabinieri. Presenti anche i vigili del fuoco.

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento