Entrano nelle villette per rubare, arrestati due minorenni a Lignano

Due giovani di origine croate sono stati visti mentre scavalcavano il muro di una casa, una volta rintracciati sono stati trovati in possesso di un cacciavite per scasso e un bracciale

Un passante li vede scavalcare il muro di una villetta e chiama la polizia. In questo modo, due ragazzi croati minorenni così sono stati fermati e denunciati per aver effettuato diversi furti in alcune case di Lignano Sabbiadoro. Dopo averli fotosegnalati per una completa identificazione, i due, uno prossimo ai 18 l’altro ai 15 anni, sono stati arrestati e e messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente in idonea struttura.

I fatti

Nel pomeriggio di martedì 16 luglio, gli agenti della Polizia di Stato in servizio presso il posto temporaneo di Polizia di Lignano Sabbiadoro  hanno arrestato due minorenni di origini croate. Verso le ore 18.30 un’automobilista che aveva appena visto due ragazzi scavalcare il muro di cinta, dopo aver a lungo suonato il campanello, per entrare nel giardino di una villetta della zona residenziale di Lignano Pineta, ha segnalato il fatto alla polizia. Giunta immediatamente sul posto, la volante ha rintracciato i due giovani poco distante dal luogo della segnalazione.

L'identificazione

La descrizione fatta dall'automobilista che ha fatto partire la segnalazione corrispondeva alla fisionomia dei due giovani. Inoltre gli agenti, una volta fermati i ragazzi, si sono accorti di un cacciavite che spuntava dal marsupio di uno dei due. Effettuato un primo controllo, è emerso inoltre che uno dei due ragazzi non era in possesso dei documenti rendendo così necessario un ulteriore accertamento presso il Posto di Polizia. 

Ulteriori furti

Durante il breve tragitto, la volante è stata inoltre contattata da un altro residente che riferiva, al pari del primo segnalante, di aver visto poco prima due giovani uscire correndo da un'abitazione adiacente alla propria. Un successivo sopralluogo successivo ha permesso di appurare che effettivamente qualcuno si era introdotto all’interno della villa in questione forzando una finestra sul retro della casa, lasciando evidenti segni d’effrazione.

La refurtiva

All’interno di uno zainetto di uno dei due ragazzi è stato trovato un prezioso bracciale, personalizzato dalla proprietaria con ciondoli particolari e facilmente distinguibili, rubato a una turista in un’altra abitazione vicina alla prima. Il bracciale, dopo la denuncia, è stato restituito alla proprietaria


 

Potrebbe interessarti

  • Cosa fare a Ferragosto a Udine e dintorni

  • Aloe vera: tutti i benefici della super pianta

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Lanterne in giardino: alcune idee per la casa

I più letti della settimana

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Incidente mortale in autostrada, perde la vita una donna

  • Paularo, dopo una settimana l'uomo scomparso è tornato a casa

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Ruba un'auto, sperona i carabinieri e poi cerca di rubargli la pistola, arrestato

Torna su
UdineToday è in caricamento