"Matrimonio gay? Porterebbe a quello islamico e all'amore pedofilo"

Lo dice il consigliere comunale della Lega Luca Dordolo, affermando la libertà di orientamento nella vita privata, ma senza spettacolarizzazioni. Riva (Giovani Padani): "Sì a un accordo davanti al notaio"

“Ognuno è libero di fare quello che vuole della propria vita privata, ma statualizzando il matrimonio gay si darebbe il via ad una deriva, con altri riconoscimenti pericolosi come il matrimonio islamico, l'amore pedofilo e l'amore incestuoso, per fare qualche esempio”. Il consigliere comunale Luca Dordolo (LN) commenta le recenti dichiarazioni del presidente della Provincia Pietro Fontanini, secondo il quale l'amore omosessuale non è tipicamente friulano.

Stiamo parlando di sentimenti – ricorda Dordolo – e nella vita privata ognuno può fare come gli pare. Ciò che non mi trova d'accordo sono le spettacolarizzazioni, queste battaglie sono inutili perché non vi è nessun tipo di discriminazioni. Non solo ci sono gay che votano Lega, ma anche alcuni rappresentanti politici del partito sono omosessuali, ma tengono un profilo basso”. Il consigliere ricorda che esisteva fino a poco tempo fa un movimento chiamato “Los Padania”, dove Los stava per Libero orientamento sessuale, che partecipò ail Gay Pride di Roma nel 1997 in rappresentanza degli omosessuali che votano Lega.

Sul fronte unioni gay Dordolo propone una soluzione. “Non c'è bisogno di nozze e matrimoni – spiega – di fatto davanti ad un notaio si potrebbero far valere i propri diritti civili. Un'idea potrebbe essere quella di offrire convenzioni per registrare le proprie intenzioni dal notaio, con una spesa minima”. Simile la posizione del coordinatore regionale Giovani Padani Umberto Riva. “Non c'è bisogno di una legge – aggiunge – gli strumenti ci sono già, è sufficiente una scrittura privata, la stessa che usano due fidanzati che non si vogliono sposare. Sull'argomento c'è troppo esibizionismo, i gay si considerano una minoranza, ma a volte solo loro stessi i primi ad emarginarsi”.

Per quanto riguarda la famiglia, Dordolo è d'accordo con Fontanini. “Non possiamo parlare di famiglia omosessuale – dice – per l'etimologia della parola matrimonio che contiene la parola mater, la coppia omosessuale non è in grado di generare figli”. Ultimo punto da commentare, infine, il tipicamente friulano. “Quella di Fontanini è stata una provocazione – conclude – è chiaro che da un'immagine di una coppia gay che si bacia non si percepisce la tipicità della nostra regione”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

  • Incidente mortale in piazzale D'Annunzio, perde la vita una donna

Torna su
UdineToday è in caricamento