«Le donne udinesi bevono moltissimo»: fa discutere l'opinione di un giornalista

Camillo Langone - su 'Il Foglio' - apostrofa l'universo femminile di Udine come un ricettacolo di grandi divoratrici di vino bianco, vino rosso e spritz, e definisce la città "Capitale della bellezza femminile e della cultura della morte"

"Bevono moltissimo, a casa e in osteria, vino bianco, vino rosso e spritz, prima dei pasti, durante i pasti e dopo i pasti, le donne di Udine: forse per consolarsi della gran probabilità di arrivare alla menopausa senza diventare madri".

E' l'opinione del giornalista Camillo Langone che, in una rubrica su Il Foglio, definisce così le donne udinesi in seguito ad una vista nel capoluogo friulano.

Langone definisce Udine come "capitale della bellezza femminile e della cultura della morte". Esalta le donne friulane, definendole "Tanto belle, tanto alte e tanto bione" ritenendole altresì delle grandi bevitrici.

Quanto alla capitale della morte, il riferimento è a Loris Fortuna che «si è impegnato, con malthusiana coerenza, per la soppressione di vite troppo deboli per discuterne (feti, vecchi, malati)» e al caso di Eluana Englaro.

Screenshot 2015-10-08 12.41.45-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento