Artegna, violenta lite al mercato: ambulante accoltellato

Il diverbio è scoppiato per la posizione delle bancarelle: un venditore marocchino ha estratto colpito con un coltello un parente, mandandolo all'ospedale

Il detto 'parenti serpenti' è sempre attuale. Almeno per quello che si è visto ieri al mercato di Artegna, quando due ambulanti, legati da un rapporto di parentela, hanno litigato in maniera vivace per la posizione delle rispettive bancarelle.

Attorno alle 6.30, davanti al municipio, due cittadini marocchini stavano allestendo la propria postazione nella piazza. E' nato un diverbio sulla posizione delle bancarelle, culminato in una violenta lite, a tal punto che uno dei due venditori ha colpito con un coltello il collega-parente a un braccio e a una gamba. Sono intervenuti i sanitari e i Carabinieri che hanno arrestato l'aggressore, Abdelali Rida.

Per lui, secondo quanto riportato dal Messaggero Veneto, l'accusa di tentato omicidio con il caso seguito dal Pm Viviana del Tedesco. Un'ipotesi che, però, potrebbe tramutarsi in quella di 'lesioni gravi' in base al corso delle indagini.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Giovane ubriaco ruba l'auto di Doro Gjat: si costituisce e chiede pubblicamente scusa

    • Sport

      Lazio-Udinese 1:0 | L'uomo più decisivo risulta Pairetto

    • Cronaca

      Schiamazzi notturni, ancora una volta il Tetris è costretto a chiudere

    • Cronaca

      Ubriaco e in giro nei bar con un coltello addosso, denunciato un 34enne

    I più letti della settimana

    • La tragedia: si impicca nella vetrina di un negozio

    • I ruderi e gli edifici pericolanti di Udine: la classifica

    • Incidente in A4, auto contro un tir: finisce carbonizzata

    • Cocaina, violenza e traffico d'armi: un 24enne il capo della banda

    • Carcere di via Spalato, violenta aggressione ai danni di un poliziotto

    • Spintona e insulta prima i passanti e poi i poliziotti, riuscendo a ferirne uno

    Torna su
    UdineToday è in caricamento