Daspo per 16 tifosi napoletani, avevano anche spaventato alcuni bambini

Nessuno di loro potrà partecipare ad alcuna manifestazione sportiva per i prossimi tre anni. Gli ultras, entrati nell'area riservata ai padroni di casa, avevano ignorato le disposizioni degli steward spaventando anche alcuni piccoli tifosi

Immagine d'archivio

Nuovi provvedimenti da parte della Questura di Udine dopo le recenti vicende durante Udinese-Napoli.

Dopo l'arresto di un tifoso e due denunce sono stati emessi i Daspo anche per altri 16 ultras napoletani, identificati grazie ai sistemi di videosorveglianza, accusati di aver creato disordini dentro l'impianto in particolare nella Tribuna Laterale Sud. Nessuno di loro potrà più accedere a manifestazioni sportive per i prossimi 3 anni.

I fatti

A emettere la sanzione la stessa Questura di Udine dopo gli accertamenti della Digos dai quali è emerso che l'atteggiamento tenuto dai tifosi aveva costretto un gruppo di bambini, appartenenti all'Academy dell'Udinese, a cambiare posto creando tensioni e malumori in una zona riseravata ai padroni di casa.

Gli ultra napoletani avevano ignorato ripetutamente le indicazioni degli stewerd rifiutando di restare nei posti assegnati e tentando più volte l'avvicinamento a bordo campo fino a rendere necessario l'intervento della Polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Minorenne al volante per un giro con sette amici si schianta e muore a 15 anni

  • Chi era Daniele Burelli: aveva una passione profonda per le auto e i motori

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "Non fate il suo stesso errore", così la famiglia Burelli ricorda il ragazzo e lancia un appello

  • Due automobilisti litigano dopo l'incidente e uno prende a testate l'altro

Torna su
UdineToday è in caricamento