Daspo per 16 tifosi napoletani, avevano anche spaventato alcuni bambini

Nessuno di loro potrà partecipare ad alcuna manifestazione sportiva per i prossimi tre anni. Gli ultras, entrati nell'area riservata ai padroni di casa, avevano ignorato le disposizioni degli steward spaventando anche alcuni piccoli tifosi

Immagine d'archivio

Nuovi provvedimenti da parte della Questura di Udine dopo le recenti vicende durante Udinese-Napoli.

Dopo l'arresto di un tifoso e due denunce sono stati emessi i Daspo anche per altri 16 ultras napoletani, identificati grazie ai sistemi di videosorveglianza, accusati di aver creato disordini dentro l'impianto in particolare nella Tribuna Laterale Sud. Nessuno di loro potrà più accedere a manifestazioni sportive per i prossimi 3 anni.

I fatti

A emettere la sanzione la stessa Questura di Udine dopo gli accertamenti della Digos dai quali è emerso che l'atteggiamento tenuto dai tifosi aveva costretto un gruppo di bambini, appartenenti all'Academy dell'Udinese, a cambiare posto creando tensioni e malumori in una zona riseravata ai padroni di casa.

Gli ultra napoletani avevano ignorato ripetutamente le indicazioni degli stewerd rifiutando di restare nei posti assegnati e tentando più volte l'avvicinamento a bordo campo fino a rendere necessario l'intervento della Polizia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

Torna su
UdineToday è in caricamento