Butta a terra lo scooter di un poliziotto davanti alla Questura e prende a calci i colleghi

Un 59enne è stato arrestato in nottata mentre stava cercando di fuggire dopo aver danneggiato il mezzo a due ruote

Il momento del danneggiamento

Arrestato in flagranza di reato per danneggiamento aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni cagionate a uno degli agenti intervenuti. Si tratta di un 59enne italiano, sorpreso in nottata - verso le 2 e 15 - fuori dagli uffici della Questura di viale Venezia mentre se la prendeva con lo scooter di un agente delle Volanti, parcheggiato sul ciglio della strada.

La fuga

Una volta rovinato a terra il mezzo a due ruote il 59enne se ne stava andando, ma l'addetto alla vigilanza - assieme al coordinatore capoturno - lo ha raggiunto a pochi metri di distanza e da lì, con l’ausilio di una Volante giunta sul posto, è stato portato in ufficio per gli accertamenti del caso.

L'aggressione

Sceso dall’auto di servizio l’uomo ha colpito un agente con dei calci alle gambe e alle braccia, opponendo una decisa resistenza nei confronti degli operatori intervenuti che, con non poca fatica, sono riusciti a contenerne la furia.

Il gip

In tarda mattinata, in sede di convalida dell’arresto, il gip del Tribunale di Udine ha disposto nei confronti dell'uomo la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria e il giudizio direttissimo.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Più di 5mila i truffati dalle manutenzioni antincendio

  • Si accorge del monossido e salva i colleghi dall'intossicazione mortale

Torna su
UdineToday è in caricamento