Crollo ponte, parla l'ex Governatrice Serracchiani: "Il peggio da Di Maio e Salvini"

Le dure parole della ex Governatrice FVG "Funerali di Stato come set per spot elettorali". Così Serracchiani chiama la Lega alle sue responsabilità sul fronte delle opere infrastrutturali e quindi anche sulla tragedia del ponte di Genova

Debora Serracchiani

"Di Maio e Salvini hanno dato il peggio di loro stessi, sono stati la più meschina incarnazione delle Istituzioni. Hanno cavalcato una tragedia come fosse uno show, hanno usato i funerali di Stato come set per farsi selfie e girare spot elettorali, hanno gettato in pasto ai media annunci a effetto che non si realizzeranno mai, hanno tirato fuori una manciata di milioni e tra due giorni Genova sarà sola. Pronti per un'altra emergenza tv". Lo afferma la deputata del Pd ed ex governatrice del Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che così intende anche "chiamare la Lega alle sue responsabilità sul fronte delle opere infrastrutturali e quindi anche sulla tragedia del ponte di Genova".

La dichiarazione

"La Lega è il partito più vecchio seduto in Parlamento e - ricorda Serracchiani - ha governato questo Paese per molti anni in combutta con Berlusconi e con tutti i ministri delle Infrastrutture. Salvini ha cambiato compare e adesso è in affari con il M5S ma la sostanza non cambia. Ed è farsesco il sottosegretario Rixi quando getta la colpa sui "passati governi".

"C'è un ministro M5S che solo poche settimane fa andava in Commissione - aggiunge la parlamentare dem - a dire che la Gronda era inutile, e che ora si fa dare la linea dal suo sottosegretario leghista. E pazienza se quella era la linea del governo di centrosinistra, che aveva previsto oltre 4 miliardi a carico di Autostrade. Perché a Di Maio e Salvini non importa fare, ma trovare scuse per non fare e indicare colpevoli a casaccio, dal Pd all'Europa. Ma finché avremo voce - conclude Serracchiani - denunceremo il loro complotto contro l'Italia".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Impresa edile ha lavori fino ad aprile 2020 ma non trova operai: «Rischiamo di chiudere tutto»

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • FOTONOTIZIA Auto ribaltata in tangenziale

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • È ritornato il giustiziere delle piste ciclabili, avvistato oggi a rigare le auto parcheggiate

Torna su
UdineToday è in caricamento