Caso Kipre, la proprietà tace e i sindacati sono informati dalla stampa

Continua il silenzio della famiglia Dukcevich sulla situazione aziendale e sindacati e lavoratori stanno perdendo la pazienza

Gli atti sono stati inviati dal tribunale di Modena a Trieste, ma i sindacati lo hanno appreso dalla stampa.

L'appello dei sindacati

«Oggi dalla stampa, come accaduto in tutta questa vertenza, veniamo a sapere che il tribunale di Modena manda al tribunale di Trieste tutta la documentazione per non pertinenza sugli eventi descritti. I lavoratori si aspettano però qualche rassicurazione dalla proprietà, attraverso la voce della famiglia». Lo dichiara Marco Bermani, della segreteria nazionale Flai Cgil, commentando gli ultimi sviluppi della crisi che ha investito il gruppo Kipre. «Ci attendiamo – aggiunge Bermani – che chi oggi ha l’onere di governare questo gruppo riprenda il solco tracciato dai tavoli sindacali aperti e che in quella sede, nel rispetto reciproco di ruoli e funzioni, dica come si intenda procedere. Il metodo di confronto messo in campo dalla proprietà fino ad ora è inaccettabile: vorremmo quindi conoscere direttamente, e non il giorno dopo tramite stampa, le criticità e il reale piano industriale del gruppo».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

Torna su
UdineToday è in caricamento