Il cadavere di Lignano non sarebbe della brasiliana scomparsa dalla nave da crociera

La salma, rinvenuta in prossimità della foce del Tagliamento, non apparterrebbe alla donna scomparsa dalla nave Msc Costa Crociere

BRINDISI – Non apparterrebbe alla brasiliana scomparsa il 19 giugno dalla nave da crociera Msc il cadavere (presumibilmente) di una donna trovato lo scorso 2 luglio a Lignano Sabbiadoro. Resta invece ancora un mistero la sorte cui è andata incontro la 36enne Scheuer Souza, la marittima che prestava servizio a bordo della nave, svanita nel nulla dopo la partenza da Venezia.

Come riporta BrindisiTodayla Procura di Brindisi ha chiarito che “il corpo rinvenuto in ‘avanzato stato di decomposizione’ in prossimità della foce del fiume Tagliamento, al largo di Lignano, è apparso, già nell’immediatezza del ritrovamento, poco compatibile con quello della donna scomparsa poco più di dieci giorni prima, poiché è risultato essere, come segnalato dalla stampa, ‘dilaniato dalla lunga permanenza in mare”. Gli esami del medico legale, disposti dalla Procura di Udine, avevano chiarito che il corpo dovrebbe essere stato in balia del mare diversi mesi e che dovrebbe appartenere ad una donna europea, alta circa un metro e sessanta, di corporatura robusta e con un’età che potrebbe variare fra i 30 e i 50 anni.

“E’ del tutto infondata, dunque – precisa il sostituto procuratore pugliese, Raffaele Casto – l’informazione secondo la quale sarebbe ‘probabile’ la ‘identificazione del corpo’ trovato nelle acque di Lignano come ‘quello della marittima brasiliana”.

Brasiliana scomparsa: si indaga per omicidio volontario

chi l'ha visto-3Sull’accaduto indaga il pm Milto Stefano De Nozza, che immediatamente dopo la comunicazione della notizia della scomparsa aprì un fascicolo a carico di ignoti per il reato di omicidio volontario. I membri dell’equipaggio si accorsero della scomparsa della 26enne durante la navigazione da Venezia a Brindisi, dove la Msc ha ormeggiato, in ritardo rispetto al programma a causa di una sosta di oltre un’ora effettuata al largo di Pescara, il 19 giugno. 

La marittima, addetta alla pulizia di alcune parti della nave, è stata vista per l'ultima volta la mattina del 18 giugno, a circa venti miglia dal porto veneto. Quel giorno la straniera doveva osservare un turno di riposo. I colleghi cominciarono ad allarmarsi quando la collega non si presentò per prendere servizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento