Honsell interviene sul "coprifuoco", «una città triste»

Da stasera scatta l'ordinanza che prevede la chiusura alle 23 durante la settimana e alle 00 venerdì e sabato

Furio Honsell interviene sulla questione "coprifuoco" in città, con l'ordinanza di chiusura attività in zona "Quartiere delle magnolie" che scatterà da stasera. «Una città che chiude i parchi "per paura" e abbassa le serrande dei negozi — attacca l'ex primo cittadino  — seguendo una discriminante etnico-culturale e utilizza le fioriere per impedire ai cittadini di sostare per un gelato o qualche chiacchiera è una città triste e che sta perdendo se stessa e la sua ospitalità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venanzi: «Così la situazione peggiora»

I commercianti: «Punire chi sbaglia»

Il titolare dell'House of pizza e kebab: «Ho pensato al suicidio»

Sicurezza

«La sicurezza non ha colore e non ha orario e va garantita sempre e comunque tenendo presente l'esigenza di non privare i cittadini di spazi comuni — spiega il politico —. 
Una comunità tappata in casa perché c'è il coprifuoco forse è più sicura in apparenza, ma di certo è meno libera, meno vitale. L'ossessione di una fantomatica e non dimostrata "emergenza sicurezza" in una delle città più sicure d'Italia è solo un nuovo capitolo di quella "fabbrica delle paure" sulla quale si sono costruite le recenti fortune elettorali della destra e per ogni problema la soluzione sembra sempre una: la discriminazione e il controllo poliziesco.
Molti di noi continuano a credere invece nel dialogo, negli spazi comuni e nella responsabilità delle persone».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento