Confartigianato Edili Fvg: «È fine mese, paghiamo i fornitori»

Alessandro Zadro: «In questo modo il sistema può tenere nonostante la chiusura e rendere meno faticosa la ripartenza. Ma l’impegno deve essere collettivo»

"È fine mese. Paghiamo i fornitori", questo l'appello di Confartigianato Edili Fvg. Fine mese, infatti, è il tempo dei pagamenti, ma il fermo alle attività produttive imposto dalle norme per contrastare l'epidemia da coronavirus, "potrebbe generale una catena di mancati saldi, rischiando di innescare un punto di non ritorno per interi sistemi".

I pagamenti

Al fine di scongiurare questo scenario per le imprese edili di Confartigianato Fvg, il presidente Alessandro Zadro dichiara: "Invitiamo le nostre aziende a pagare i loro fornitori, da chi ha fornito il calcestruzzo a chi i prodotti specifici per i cantieri. Contemporaneamente – aggiunge - auspichiamo che lo stesso comportamento sia adottato dai nostri committenti e da tutta la filiera edile. La considerazione vale anche per gli istituti bancari, che speriamo di avere vicino ora ma, ancora di più, nel momento della ripartenza".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il futuro

L'appello non si rifà solo al mero senso di responsabilità rispetto agli impegni assunti prima che scoppiasse la pandemia, ma "è un appello che guarda al futurosottolinea Zadro -. Meno fragili usciremo da questa situazione e più possibilità di riprendersi ci sarà per ogni anello della filiera".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

  • Incendio nella notte alle porte di Udine, in fiamme un locale

Torna su
UdineToday è in caricamento