"Cavarzerani", le immagini del degrado all'interno della struttura

Sporcizia, immondizie lasciate a terra, condizioni igieniche limite: questo è quanto appare da una serie di immagini scattate al centro di accoglienza per i rifugiati di via Cividale

Immondizie e rifiuti di vario tipo a terra, servizi igienici che nella migliore delle ipotesi hanno le porte divelte, acqua stagnante. Questo, in sintesi, lo scenario che si pone agli occhi di chi osserva questa galleria di immagini, scattate all’interno dell’ex caserma “Cavarzerani”, ora centro di accoglienza per i richiedenti asilo. 

Da tempo si polemizza su tutto quello che riguarda la struttura, a partire dalla sua esistenza, passando per gli ospiti della stessa - indesiderati a molti - e finendo con casi di cronaca che hanno sollevato gli istinti più bassi, oltre alle lamentele d’ordinanza

La situazione non è semplice, si sa. La “Cavarzerani” ospita quattro volte tanto il numero delle persone per cui sarebbe predisposta e l’impegno è duro per tutte le parti in causa: per la Croce Rossa - che si occupa della gestione del centro -, per chi viene accolto, per la cittadinanza e anche per chi deve raccontare queste vicende, che ha visto scontrarsi il diritto/dovere di cronaca con un fideismo - da più parti - che non aiuta di certo a mettere mano alla gravità della vicenda.

Potrebbe interessarti

  • Come riconoscere l'allergia al nichel

  • Ristoranti vegani: dove andare in città?

  • Farmaci generici e di marca: sono davvero uguali?

  • Formiche in casa, i metodi naturali per allontanarle

I più letti della settimana

  • Turista posteggia l'auto sul lungomare di Lignano e lascia il cane chiuso dentro

  • Giallo sulla morte di Anamaria, la giovane parrucchiera trovata morta in un bosco

  • Tragica fatalità, agricoltore muore dopo aver acquistato un trattore

  • Incidente stradale, il bilancio è di un morto e tre feriti

  • Sequestrati in provincia di Udine 100 kg di preparato per gelato scaduto

  • La Guardia di Finanza ad Aria di Festa, cucina ferma e centinaia di avventori in protesta

Torna su
UdineToday è in caricamento