Comune: Coppola e Malisani rinunciano all'indennità

I due componenti della giunta Honsell, recentemente eletti alla Camera dei Deputati, manterranno il doppio incarico fino alla scadenza del mandato, ma senza percepire l'indennità oltre allo stipendio di parlamentare

Il neo parlamentare del Partito Democratico Paolo Coppola

Gli assessori comunali all’Innovazione Paolo Coppola e alla Gestione Urbana, Gianna Malisani, recentemente eletti alla Camera dei Deputati a palazzo Montecitorio, manterranno le deleghe di assessore fino a scadenza di mandato, ma già da oggi hanno rinunciato alla loro indennità di assessore.

I due onorevoli hanno consegnato stamani in Comune di Udine e al sindaco Furio Honsell la rinuncia a percepire l’indennità anche come assessori pur continuando a lavorare nella giunta comunale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si tratta di un gesto che ho molto appezzato – ha commentato il sindaco Honsell – perché è così che si dimostra, nei fatti e non solo a parole, l’onestà che ha sempre contraddistinto questa amministrazione. I due assessori, pur impegnati in Parlamento, continueranno fino a fine mandato a stare vicino ai cittadini, ma non per questo percepiranno oltre all’indennità parlamentare anche quella di assessore. Non mi resta dunque congratularmi ancora una volta con loro per l’importante traguardo raggiunto e che, insieme con gli altri colleghi udinesi e friulani, servirà a portare le istanze di questo territorio a Roma”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento