Il Comitato Autostoppisti all'attacco sulla non chiusura al traffico del centro storico di Udine

Non essendo ancora stato avviato il tavolo di lavoro previsto, gli "autostoppisti" pungolano la giunta accusata di aver lasciato il centro aperto alle auto

Non perde tempo il Comitato Autostoppisti di Udine, per andare all'affondo rispetto all'immobilità della Giunta sulle tematiche riguardanti il traffico a Udine. Di seguito il comunicato del comunicato, che punta il dito sulla presenza delle auto private ancora in centro storico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel segno dell’improvvisazione: la Giunta dei 98.000 forse. A fronte delle recenti uscite mediatiche della Giunta e dell’esser venuto a conoscenza di parziali incontri frammentati sul tema della mobilità udinese, con le auto private ancora padrone del centro storico, il Comitato Autostoppisti esprime sentita preoccupazione anche per i seguenti quesiti: quando la pedonalizzazione diverrà effettiva? Quale sarà la sorte del bus? Le uniche notizie invece riguardano presunti parcheggi gratis, 98.000 euro spesi in più per rendere percorribile ai mezzi pesanti via Mercatovecchio, quando invece l'avvio di un inter organizzato per parlare di mobilità sostenibile? Quando si inizierà veramente a ragionare su un rilancio della città con gli udinesi al centro, e non le loro auto? A oltre due mesi di distanza dalla delibera che ha fatto venire meno il referendum, tutte queste domande continuano a non trovare risposta, a fronte di un atteggiamento che continua invece ad essere di improvvisazione. Nonostante l’impegno preso con il Comitato Autostoppisti, la delibera consiliare ed il giudizio del Comitato dei Garanti, il tavolo di lavoro promesso alla cittadinanza non ha ancora trovato attuazione. Il centro storico è ormai aperto al traffico da quasi un anno, davvero si ritiene che ci sia ancora tempo da perdere? Dopo aver abolito il referendum e promesso il dialogo, la Giunta continua a traccheggiare, tradendo nei fatti la sua stessa cittadinanza, ignorandone la volontà e negandole un reale e necessario ascolto".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 15 luoghi da non perdere in Friuli Venezia Giulia

  • Spiagge d'acqua dolce in Friuli: ecco dove fare il bagno

  • Cinque camminate facili a Udine e dintorni, alla ricerca del fresco

  • Friuli circondato dalla paura: in Slovenia reintrodotta la quarantena, in Veneto restrizioni da lunedì

  • Coronavirus, aumentano anche in Fvg i positivi e nuovi contagi

  • Aumentano i contagi in Croazia: Lubiana pensa a toglierla dall'elenco dei paesi "sicuri"

Torna su
UdineToday è in caricamento