"Assalto poetico” in Borgo Stazione contro lo spaccio di droga

L'azione sarà condotta dal collettivo "Militanza Artistica". L'appuntamento è fissato per lunedì 29 ottobre alle ore 10

Lunedì 29 ottobre il collettivo denominato "Militanza Artistica" darà vita in via Roma a quello che definisce un “assalto poetico” per sensibilizzare la cittadinanza sul tema dello spaccio della droga in Borgo Stazione.

L'azione

L’intervento, il terzo che viene compiuto dal gruppo, partirà alle ore 10 e vedrà quattro artisti scendere in campo. Si tratta di Rocco Burtone, Alessandro D’Agostini, Enrico Folisi e di Mathias PdS, anonimo poeta di strada che ha ideato l'iniziativa. I quattro posizioneranno sui marciapiedi di via Roma alcuni sassi, precedentemente lavorati con scritte di natura poetica, che avranno l'obiettivo di attrarre l’attenzione dei passanti e farli meditare sul tema del consumo delle sostanze stupefacenti e sui rischi che comportano, in particolar modo nel mondo giovanile. «L'argomento — spiega Mathias PdS— sarà trattato con le dovute precauzioni, senza indulgere in provocazioni nei confronti dei residenti del quartiere, siano essi italiani o stranieri. L’ assalto vuole assumenere i connotati di una manifestazione pacifica da dedicare alle persone cadute nel vortice della droga come Alice Bros, la sedicenne deceduta lo scorso 3 ottobre nei bagni della stazione». All’iniziativa aderisce anche il sociologo Marco Orioles, osservatore di lungo corso delle dinamiche socioculturali di Borgo Stazione e autore di un libro sul quartiere: “affrontare il tema della droga”. «La realtà è che un quartiere multietnico come Borgo Stazione è una ricchezza e un’opportunità per Udine — osserva Orioles —. E' anche per questo motivo che contrastare la circolazione delle droghe, come stanno facendo non senza efficacia le nostre forze dell’ordine, rappresenta il passo necessario per rilanciarlo e renderlo godibile. Abbiamo il dovere e la priorità — conclude il sociologo — di combattere lo stigma della zona degradata e malfamata».

Chi è il collettivo "Militanza Artistica"

"Militanza Artistica" è un collettivo apolitico e no profit di artisti underground nato a Udine con l'intento di sensibilizzare, attraverso la letteratura, la poesia e le arti figurative, l’opinione pubblica su tematiche sociali e contemporanee (corruzione, criminalità, pedofilia, abusi, evasione, le storture del capitalismo). Il gruppo utilizza proprio l'arte come veicolo con il fine di agire e comunicare in maniera diretta e anonima una strada migliore da percorrere, sempre nel rispetto della libertà di espressione. 

"Assalto poetico” in Borgo Stazione del collettivo Militanza Artistica-2

Poesie abbandonate sui sassi, la protesta in occasione de "La Notte dei Lettori"

Il "Giardino della poesia", restauro letterario al Parco della Rimembranza

Versi di poesia al posto delle scritte sui muri nel centro di Udine

Udine "Città della Poesia", altri volti osservano e colorano il centro

"Udine città della Poesia", il progetto di un ragazzo di via Riccardo

Sedicenne morta di overdose nella stazione dei treni di Udine

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

Torna su
UdineToday è in caricamento