Ronchis di Latisana: un cinghiale sfonda la porta di un'abitazione in piazza

L'episodio ha avuto luogo nella frazione di Fraforeano. L'animale ha distrutto quello che ha trovato nella stanza dove si è introdotto e poi è fuggito. Salerno (Federcaccia provinciale): "Necessari gli abbattimenti in deroga"

Un cinghiale mattiniero ha movimentato la vita di Fraforeano, frazione di Ronchis di Latisana. Alle 7 e mezza di oggi, nella piazza del paese, il grosso animale ha sfondato la porta finestra di una casa, introducendosi nel soggiorno. Una volta all'interno dell'abitazione ha rovesciato a terra e ribaltato tutto quello che gli è capitato a tiro. Una volta terminata la "perlustrazione" è uscito dallo stesso varco aperto per entrare ed è fuggito nei campi.

Il "passaggio" aperto dal cinghiale

Nessuno spavento per la famiglia proprietaria della casa, in quel momento assente per un viaggio a Milano.

Sul posto gli uomini dei carabinieri e i volontari di Federcaccia. Presente il responsabile provinciale del servizio di vigilanza dell'associazione, Salvatore Salerno, che ha commentato così la vicenda: "Ormai possiamo parlare di vero e proprio allarme cinghiali nella Bassa. Ce ne sono tantissimi e rappresentano un vero pericolo per tutti. Ricordiamo infatti che vengono classificati tra gli animali più pericolosi per l'incolumità delle persone. La soluzione al problema sarebbero gli abbattimenti in deroga rispetto alla stagione ordinaria della caccia, ma è la Provincia che deve autorizzarli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prova la moto da cross in cortile e perde la vita

  • Un malore improvviso la stronca a 31 anni, muore giovane mamma

  • Muore in carcere a soli 22 anni, la Procura apre un'indagine

  • Nuovo test per il coronavirus: la scoperta all'ospedale di Udine

  • Le fabbriche riaprono in deroga e i sindacati insorgono: proclamato lo stato di agitazione

  • Fingono di pagare la piscina ma incassano davvero il resto, denunciate per truffa

Torna su
UdineToday è in caricamento