← Tutte le segnalazioni

Altro

'Multe ai ciclisti che non rispettano la pista ciclabile'

Via Dante Alighieri · Centro

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di un lettore: "Stamattina stavo percorrendo via Alighieri, zona Borgo Stazione, quando per l'ennesima volta mi sono trovato ad avere a che fare con ciclisti che non rispettano la pista ciclabile. In quel tratto è pure particolarmente ampia, occupando una bella fetta di marciapiede. Io sono un sostenitore delle piste ciclabili e della bicicletta in città, ma non dell'uso indiscriminato del mezzo, infischiandosene di qualsiasi regola. La cosa si ripete pure in altre zone della città - come per esempio viale Ledra- , più volte mi è capitato di vedere comportamenti del genere. E non si tratta solo di anziani, forse identificati come meno sensibili al cambiamento, ma anche di giovani. Se si criticano gli automobilisti e si multano per i comportamenti 'disinvolti' deve toccare lo stesso anche a questi ciclisti indisciplinati". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (10)

  • Avatar anonimo di Fedri
    Fedri

    Io circolò ogni giorno sulla pista ciclabile viale ladra via marco volpe e non la trovo fatta così male. Ovviamente bisogna avere il mezzo giusto da usare in città come fuori città, per un giro tranquillo o per una corsa; come io non uso la mia city bike per andare nelle strade bianche o farmi giri fuori città così sarebbe giusto che chi ha bici da corsa e soprattutto sia così tristemente preoccupato da rovinarle se ne stia a casa o spenda 100€ per una city bike qualsiasi!  Sempre pronti a parlare bene del nord europa dove tutti girano in bici e ci sono ovunque piste ciclabili, ma appena il comune inizia a lavorare per assomigliare a città del genere ecco che si vuole distruggere tutto!  Infine sono d'accordo chi non rispetta la pista ciclabile deve essere multato, io da ciclista quando vedo gente non usarla mi infastidisce e ovviamente è gente con bici da corsa o ' troppo costose' per rovinarle.. Se poi si finisce sotto un autobus vediamo come si rovinano..

  • Avatar anonimo di valentino
    valentino

    a udine le ciclabili fanno schifo. io uso sia la macchina che la bici (da corsa e da citta';) e sono un incubo in entrambi i casi. le hanno messe solo per prendere contributi e non per offrire un servizio. Chiunque ha provato ad usarle sa di cosa parlo e chiunque utilizzi la macchina a udine sa come sono segnalate. Devo dire pero' che tra automobilisti e ciclisti chi si comporta peggio sono senz altro gli automobilisti che se ne strafregano di attraversamenti (segnalati a terra e verticalmente) e marciapiedi/ciclabili (dove parcheggiano senza pudore per non fare 50m a piedi).

  • Avatar anonimo di giuseppe
    giuseppe

    me li paga il gentil lettore i danni alla mia bici in carbonio su piste ciclabili molto spesso con salti,buche,sporche etc....??????

    • Avatar anonimo di Chiara
      Chiara

      Usa una bici adatta per la città!!  Ci mancherebbe altro che il comune ti desse dei soldi perché usi un mezzo non adatto al luogo in cui ti trovi.  Cosi come i suv bisogna imparare che certi mezzi sono adatti a certi tipi di terreno, luoghi o manifestazioni non a usarli ovunque!   

    • Caro Giuseppe, ti ricordo che le bici da corsa che circolano sulla pubblica via sono considerate alla stregua di una macchina da corsa in quanto sprovviste di luci, specchietto, campanello, parafanghi, rifrangenti sui pedali e pneumatici scolpiti... pertanto utilizzabili solamente in competizioni chiuse al traffico o in velodromi... purtroppo siamo in Italia e ognuno fa e dice la sua e poi magari ha anche il coraggio di lamentarsi... prendi esempio dalla Danimarca, Belgio, Olanda ecc. dove TUTTI rispettano le leggi....

      • Articolo 68 - Caratteristiche costruttive e funzionali e dispositivi di equipaggiamento dei velocipedi 1. I velocipedi devono essere muniti di pneumatici, nonché: a) per la frenatura: di un dispositivo indipendente per ciascun asse che agisca in maniera pronta ed efficace sulle rispettive ruote; b) per le segnalazioni acustiche: di un campanello; c) per le segnalazioni visive: anteriormente di luci bianche o gialle, posteriormente di luci rosse e di catadiottri rossi; inoltre, sui pedali devono essere applicati catadiottri gialli ed analoghi dispositivi devono essere applicati sui lati. 2. I dispositivi di segnalazione di cui alla lettera c) del comma 1 devono essere presenti e funzionanti nelle ore e nei casi previsti dall'art. 152, comma 1. 3. Le disposizioni previste nelle lettere b) e c) del comma 1 non si applicano ai velocipedi quando sono usati durante competizioni sportive. 4. Con decreto del Ministro dei lavori pubblici sono stabilite le caratteristiche costruttive, funzionali nonché le modalità di omologazione dei velocipedi a più ruote simmetriche che consentono il trasporto di altre persone oltre il conducente. 5. I velocipedi possono essere equipaggiati per il trasporto di un bambino, con idonee attrezzature, le cui caratteristiche sono stabilite nel regolamento. 6. Chiunque circola con un velocipede senza pneumatici o nel quale alcuno dei dispositivi di frenatura o di segnalazione acustica o visiva manchi o non sia conforme alle disposizioni stabilite nel presente articolo e nell'articolo 69, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 23 a euro 92. 7. Chiunque circola con un velocipede di cui al comma 4, non omologato, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 38 a euro 155. 8. Chiunque produce o mette in commercio velocipedi o i relativi dispositivi di equipaggiamento non conformi al tipo omologato, ove ne sia richiesta l'omologazione, è soggetto, se il fatto non costituisce reato, alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 389 a euro 1.559. Articolo 143 - Posizione dei veicoli sulla carreggiata 1. I veicoli devono circolare sulla parte destra della carreggiata e in prossimità del margine destro della medesima, anche quando la strada è libera. 2. I veicoli sprovvisti di motore e gli animali devono essere tenuti il più vicino possibile al margine destro della carreggiata. Articolo 182 - Circolazione dei velocipedi 1. I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell'altro. 2. I ciclisti devono avere libero l'uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano; essi devono essere in grado in ogni momento di vedere liberamente davanti a sé, ai due lati e compiere con la massima libertà, prontezza e facilità le manovre necessarie. 3. Ai ciclisti è vietato trainare veicoli, salvo nei casi consentiti dalle presenti norme, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo. 4. I ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni. In tal caso sono assimilati ai pedoni e devono usare la comune diligenza e la comune prudenza. 5. È vietato trasportare altre persone sul velocipede a meno che lo stesso non sia appositamente costruito e attrezzato.È consentito tuttavia al conducente maggiorenne il trasporto di un bambino fino a otto anni di età, opportunamente assicurato con le attrezzature, di cui all'articolo 68, comma 5. 6. I velocipedi appositamente costruiti ed omologati per il trasporto di altre persone oltre al conducente devono essere condotti, se a più di due ruote simmetriche, solo da quest'ultimo. 7. Sui veicoli di cui al comma 6 non si possono trasportare più di quattro persone adulte compresi i conducenti; è consentito anche il trasporto contemporaneo di due bambini fino a dieci anni di età. 8. Per il trasporto di oggetti e di animali si applica l'art. 170. 9. I velocipedi devono transitare sulle piste loro riservate quando esistono, salvo il divieto per particolari categorie di essi, con le modalità stabilite nel regolamento. 9-bis.Il conducente di velocipede che circola fuori dai centri abitati da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere e il conducente di velocipede che circola nelle gallerie hanno l'obbligo di indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilità, di cui al comma 4-ter dell'articolo 162. (1) 10. Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 23 a euro 92. La sanzione è da euro 38 a euro 155 quando si tratta di velocipedi di cui al comma 6. Decreto del Presidente della Repubblica 16 dicembre 1992, n. 495 (estratto)

    • Avatar anonimo di maciej
      maciej

      Te li paga il comune visto che è lui il responsabile della viabilità, e poi che discorsi sono scusa? Se io ho una Ferrari allora sono autorizzato a fare quello che voglio perchè se no rovino la mia macchina da 500mila euro?

      • Avatar anonimo di giuseppe
        giuseppe

        seee.....il comune non ti paga un bel niente,mi sono sentito rispondere che non e' un loro problema se non ho un mezzo adeguato a quel fondo stradale, indi per cui uso il manto stradale per evitare danni

        • Avatar anonimo di Simone
          Simone

          ...spero che te e la tua bici in carbonio non finiate sotto le ruote di un autobus...

  • Avatar anonimo di massimo
    massimo

    Rompi coglioni

Segnalazioni popolari

Torna su
UdineToday è in caricamento