Circolo privato che agiva come un locale pubblico, la Questura blocca tutto

Nel mirino dei poliziotti un'associazione di via Baldasseria Bassa, che agiva sotto l'insegna "Try Lime"

Nessun tipo di autorizzazione per esercitare una pubblica attività di somministrazione di alimenti e bevande. Per questa ragione il personale amministrativo della Questura di Udine ha notificato ai gestori del circolo privato “Associazione Maria Saveria Lenoci” di via Baldasseria Bassa a Udine un provvedimento di diffida dall’esercitare attività di pubblico spettacolo. Nel circolo venivano organizzate le serate all’insegna del “Try Lime”.

CIRCOLO PRIVATO, LOCALE PUBBLICO. In un’ispezione datata 8 aprile è stato accertato che il “Try Lime”, qualificabile come locale di pubblico spettacolo e pubblico esercizio, di fatto agisse come circolo privato, con tutte le agevolazioni di carattere fiscale che ne conseguono. L’accesso al “Try Lime”, che dovrebbe essere riservato ai soli soci, di fatto era consentito in maniera indifferenziata a chiunque.

LICENZA SOSPESA. Oltre all’atto di diffida è stata sospesa per un totale di 15 giorni l’attività del circolo, visto che vi venivano organizzati spettacoli di intrattenimento musicale; gli allestimenti del locale per la diffusione musicale, la postazione dj e la pista da ballo, sono risultati infatti perfettamente compatibili con quelli di un locale di pubblico spettacolo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Mestre, 24enne di Osoppo muore per sospetta overdose

  • A 24 anni apre il primo e unico negozio in regione di alimentazione naturale per cani

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento