Abs, la condanna della Cgil Udine: “In azienda situazione esplosiva”

Piena unità d'intenti con la Fiom. Auspicato il coinvolgimento di Cisl e Uil nelle azioni di lotta

«L’utilizzo sistematico delle sanzioni disciplinari per imporre una ristrutturazione degli organici, il licenziamento dei lavoratori con limitazioni, le sanzioni disciplinari ai componenti della Rsu, fino al licenziamento di un delegato della Fiom, stanno rendendo esplosiva la situazione all’Abs».

Questa la denuncia del direttivo della Cgil di Udine, che in un ordine del giorno approvato all’unanimità questa mattina esprime «solidarietà ai lavoratori coinvolti e a Giuliano Vidussi, il delegato della Fiom-Cgil che in prima persona ha fronteggiato questa deriva».

Piena unità d’intenti con la Fiom, quindi, con l’obiettivo di «valutare congiuntamente tutte le azioni possibili per fronteggiare questa situazione». Azioni nelle quali la Cgil conta di coinvolgere anche gli altri sindacati: il direttivo, infatti, «dà mandato alla segreteria provinciale di attivare una verifica dei rapporti unitari con Cisl e Uil sui gravi fatti in essere all’Abs».

«Abs ritiri i licenziamenti». Scontro tra Fiom e vertici aziendali

ORDINE DEL GIORNO

Il Direttivo della CGIL della provincia di Udine, riunito in data odierna, condanna
con forza la situazione che si è creata all’ABS di Cargnacco.

• L’utilizzo sistematico delle sanzioni disciplinari per imporre una ristrutturazione degli organici;
• il licenziamento dei lavoratori con limitazioni;
• le sanzioni disciplinari ai componenti della RSU;
• il licenziamento di un delegato della FIOM-CGIL;

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


sono alcuni dei recenti fatti che stanno rendendo esplosiva la situazione in una delle aziende più importante del nostro territorio.
Il Direttivo della CGIL della provincia di Udine, esprimendo solidarietà ai lavoratori coinvolti e a Giuliano Vidussi, il delegato della FIOM-CGIL che in prima
persona ha fronteggiato questa deriva, dà mandato alla CGIL di attivare una verifica dei rapporti unitari con CISL e UIL sui gravi fatti in essere all’ABS e di mantenere uno stretto rapporto con la FIOM, pervalutare congiuntamente tutte le azioni possibili per fronteggiare questa situazio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

Torna su
UdineToday è in caricamento