36 anni fa moriva in un agguato Enea Codotto, oggi una cerimonia in suo onore

Il carabiniere, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare, venne ucciso il 5 febbraio 1981

Questa mattina, nella chiesa “Santi Filippo e Giacomo apostoli” in frazione Gorgo di Latisana, ha avuto luogo la cerimonia commemorativa del militare dell’Arma Appuntato Enea Codotto, originario del luogo, caduto a Padova il 5 febbraio 1981, decorato di Medaglia d’Oro al Valor Militare “alla memoria”

Enea_Codotto-2Alla cerimonia religiosa, officiata dal parroco don Rinaldo in una chiesa  gremita di militari dell’Arma in servizio ed in congedo, di fedeli e simpatizzanti, hanno partecipato le rappresentanze delle sezioni ANC di Latisana, Lignano Sabbiadoro, San Giorgio di Nogaro, Carlino e Mortegliano. Erano inoltre presenti il Sindaco di Latisana, Daniele Galizio con una rappresentanza della giunta, il Comandante Provinciale dei Carabinieri di Udine Col. Marco Zearo e il Cap. Filippo Sautto, Comandante della Compagnia di Latisana. Zearo ha dato lettura della motivazione e ha quindi ricordato l’appuntato Enea Codotto esaltandone le qualità morali e militari e la sua profonda devozione al servizio, rievocando gli attimi in cui il giovanissimo Enea e il suo parigrado e coetaneo Luigi Maronese, la sera del 5 febbraio 1981, in servizio di pattuglia, persero la vita nell’adempimento del dovere. 

Il Col Zearo ha, poi, rivolto parole di gratitudine ai militari in quiescenza delle sezioni locali dell’Associazione Nazionale Carabinieri, e ai militari in servizio, per la loro quotidiana opera al servizio della collettività. A Danilo, fratello di Enea Codotto, che non ha potuto partecipare alla cerimonia per indisposizione, il Comandante Provinciale non ha mancato di fargli giungere sinceri ed affettuosi saluti a nome di tutti i Carabinieri del Provinciale di Udine. A seguire, le autorità civili e militari, i partecipanti tutti si sono recati presso il cippo ubicato nella piazza intitolata al militare decorato, ove gli sono stati resi gli onori con la deposizione di una corona di fiori.     

L'OMICIDIO: Enea Codotto (Latisana, 22 aprile 1955 – Padova, 5 febbraio 1981) caddè in un agguato da parte di terroristi di estrema destra appartenenti ai Nuclei Armati Rivoluzionari. La sera del 5 febbraio 1981, la pattuglia del Nucleo operativo e radiomobile con a bordo Enea Codotto di 25 anni e Luigi Maronese di 23 anni, avvertiti dalla chiamata di un cittadino, si avvicinarono nei pressi del canale Scaricatore, nel quartiere Bassanello alla periferia di Padova sorprendendo alcuni militanti del gruppo terroristico neofascista Nar intenti a recuperare un borsone di armi precedentemente nascosto nel letto del canale. Scoperti dai militi, questi ingaggiarono un violento conflitto a fuoco con gli agenti colpendoli a morte. Prima di essere uccisi, i carabinieri, riuscirono a colpire il loro leader del gruppo, Valerio Fioravanti, ferendolo gravemente e permettendo il suo successivo arrestato.

cerimonia commemorativa del militare dell’Arma Appuntato Enea Codott-3

cerimonia commemorativa del militare dell’Arma Appuntato Enea Codott-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Clima impazzito: un temporale di neve imbianca il Friuli

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, tutto quello che chiude fino al primo marzo

Torna su
UdineToday è in caricamento