Degrado e prostituzione, chiuso un centro massaggi nell'Alto Friuli

Nel mirino un esercizio pubblico di Venzone. La Questura sta valutando ulteriori azioni

Immagine di repertorio

Degrado e presunta prostituzione. Per queste ragioni il Comune di Venzone ha emesso un’ordinanza che ordina la cessazione dell’esercizio di ogni attività commerciale nei locali di un centro massaggi. Sul posto, lo scorso 8 marzo, sono intervenuti gli uomini del Commissariato di Tolmezzo, con il supporto della squadra della Polizia amministrativa della Questura di Udine e l’ausilio dei tecnici dell’Asl numero 3 e del Nucleo ispettorato del lavoro dei Carabinieri. La Questura sta valutando l’adozione di ulteriori provvedimenti.

Il dettaglio

Il rapporto della Polizia parla di "elementi che fanno presumere l’attività di esercizio della prostituzione" e "una situazione di notevole degrado ambientale, data dalla presenza di rifiuti urbani speciali abbandonati sia sul piazzale che sul retro dello stabile, nonché gravi e carenti condizioni igienico – sanitarie connesse all’illuminazione, all’areazione e alle pessime condizioni di pulizia e sanificazione che comportano una generale condizione di insalubrità degli ambienti, oltre a criticità evidenziate nella gestione degli impianti elettrici e di riscaldamento potenzialmente costituenti pericolo". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

Torna su
UdineToday è in caricamento