Caso Adamas: la Protezione animali attiva il suo ufficio legale

Elena Riggi (Enpa Udine) : «Faremo tutto il possibile – prosegue Riggi – perché questo personaggio sia chiamato a rispondere della propria condotta»

«Al cacciatore che avrebbe sparato e ucciso – a sangue freddo – il cane Adamas, uno splendido esemplare di Border Collie, vorrei chiedere, se colpevole di questo crimine agghiacciante, con quale coraggio possa guardarsi allo specchio e come possa sopportare di avere non solo ucciso un essere vivente ma causato così tanto dolore e così tanta sofferenza ad una famiglia che a quel cane era molto legata». Lo dichiara Elena Riggi, presidente della Sezione Enpa di Udine, preannunciando una iniziativa dell'ufficio legale dell'associazione.«Faremo tutto il possibile – prosegue Riggi – perché questo personaggio sia chiamato a rispondere della propria condotta e, se riconosciuto colpevole, venga condannato ad una pena esemplare».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lei urina di fronte alla vetrina del ristorante all'ora dell'aperitivo, lui sfonda una porta

  • Il giovane udinese che vizia di lusso vintage Chiara Ferragni: la storia di Massimo

  • Via tutti gli ombrelloni dalla spiaggia libera a Lignano

  • Si sveglia per un malore, si accascia e muore, la vittima è un 55enne

  • Grave incidente nella Bassa, motociclista cade e s'incastra sotto il guardrail

  • Risse, gente nuda per strada, alcol e provocazioni: il pomeriggio in viale Leopardi

Torna su
UdineToday è in caricamento