Bordano: le 'farfalle' chiedono una proroga al Comune

La richiesta arriva da Ylenia Cristofoli della cooperativa Pavees, che ha gestito la struttura fino a questo momento

"La maggior parte degli insetti sono stati portati via, in una struttura riparata e riscaldata, dove possono attendere la loro sorte, ma è una soluzione temporanea".

Così Ylenia Cristofoli, della cooperativa Pavees, ha aggiornato la situazione relativa alla fauna presente nella Casa delle farfalle di Bordano, in una lunga conferenza stampa tenutasi ieri. Quale il futuro per un'iniziativa originale, fra le poche di questo tipo in Italia? Per adesso non è dato saperlo. 

L'incontro aveva come obiettivo di fare chiarezza sull'iter che ha portato alla fine del rapporto tra la cooperativa e il Comune di Bordano. Pavees, per voce della Cristofoli, sostiene di aver chiesto la disponibilità per chiarire le incomprensioni sorte con l'amministrazione, suggerendo una proroga per consentire la regolare attività, ma la concessione non è arrivata.

La struttura offriva attività didattiche particolari, che ora non saranno più realizzabili. Ci sono anche tante prenotazioni e richieste pendenti, soprattutto da parte di scuole, che non saranno esauribili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Scritta ingiuriosa prima della partita, operai all'opera per eliminarla

Torna su
UdineToday è in caricamento