Cadavere mummificato a Tarvisio, prende piede l'ipotesi lituana

In base alla ricostruzione dei fati operata dagli inquirenti italiani assieme a quelli austriaci sembra proprio che il corpo senza vita trovato in una galleria ferroviaria di Boscoverde appartenga al camionista di cui è stata denunciata la scomparsa ad Arnoldstein

Il corpo trovato mummificato giovedì scorso in una galleria ferroviaria a Tarvisio potrebbe essere quello di un camionista lituano scomparso il primo giugno da una piazzola di sosta di Arnoldstein. La sua scomparsa era stata denunciata dal cognato, con il quale l'uomo viaggiava, e gli investigatori ritengono che molti siano gli elementi in comune. Come ad esempio l'altezza e il fatto che l'autista, nell'attesa della rimozione di un blocco alla circolazione dei mezzi pesanti lungo la rete autostradale italiana, si fosse allontanato a piedi nudi, come appunto è stato trovato il cadavere.

Per chiarire la vicenda gli investigatori italiani puntano ad effettuare un sopralluogo insieme con la polizia austriaca per individuare il percorso che avrebbe fatto l'uomo dal punto della scomparsa a quello dove è stato trovato il corpo. Intanto, verrà effettuata probabilmente domani, da parte del medico legale Lorenzo Desinan, l'autopsia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Fa entrare i clienti dal retro nonostante le restrizioni, interviene la Polizia

Torna su
UdineToday è in caricamento