Buco nell'asfalto, voragine di un metro in via della Polveriera

Riparazione in atto in queste ore. Chiuso il tratto che va da via Fruch a via del Bon

Fotografia di Orietta Tonioli

Nel primo pomeriggio di ieri si è aperta una grande fessurazione in via della Polveriera, all'altezza del civico 102. Dopo la segnalazione, immediatamente i tecnici Cafc hanno eseguito il sopralluogo per programmare l'intervento di ripristino che inizierà oggi. 

Le cause

L'origine del fenomeno è da addebitare ad una fessura apertasi nella fognatura principale in prossimità dell'allacciamento di una fognatura privata che ha eroso parte del fondo. Questa mattina, martedì 27 novembre, la strada sarà chiusa dalle 8.30 fino al termine dei lavori per  consentire la riparazione. Non si potrà circolare quindi nel tratto che va da via Fruch a via del Bon; anche il tragitto dei mezzi pubblici subirà deviazioni.

Aggiornamento martedì pomeriggio

I tecnici Cafc stanno in queste ore arrivando al fondo dello scavo, circa 4 metri e 60 (per 2 metri di larghezza). Una volta che lo scavo sarà terminato si procederà a riparare la vecchia utenza privata che si aggancia alla fognatura. L'usura del tempo e del materiale (il tubo in calcestruzzo dell'utenza privata) finito dentro la fognatura ha provocato la fessurazione. Per poter effettuare la riparazione, la strada resterà chiusa anche domani, mercoledì 28 novembre. Mentre per quanto riguarda la giornata di giovedì, la decisione di chiudere o meno resta vincolata alle tempistiche dell'intervento. Domani nuovi aggiornamenti sulla situazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Le migliori pasticcerie di Udine secondo TripAdvisor

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

Torna su
UdineToday è in caricamento