Una busta con un bossolo di pallottola per il sindaco di Venzone

La missiva è stata fatta recapitare stamane nel municipio della cittadina pedemontana

Immagine di repertorio

Un bossolo di proiettile di pistola spedito al municipio di Venzone in una busta. La missiva è stata recapitata questa mattina al sindaco Fabio Di Bernardo. All'interno la scritta “Ti avevamo detto di dimetterti”. Vive un nuovo epilogo la querelle politica nella cittadina medioevale che negli ultimi mesi, dopo le elezioni regionali, è via via deflagrata.

Gli sviluppi

Prima le dimissioni del sindaco per il magro bottino di voti raccolti, poi il passo indietro, lo scontro interno alla sua maggioranza, la revoca delle deleghe al suo vicesindaco e agli assessori, la richiesta di sfiducia partita dal suo gruppo consiliare, ed infine la nomina in qualità di assessori esterni del triestino Gianni Torrenti — già membro della giunta Serracchiani come assessore alla cultura —  e di Gabriella Martinuzzi, già consigliere comunale a Tricesimo.  È stata presentata la denuncia alla stazione dei Carabinieri di Venzone ,che assieme al Norm della Compagnia di Tolmezzo indagano sia sulla provenienza del bossolo sia sull'autore della lettera. 

Di Bernardo assiema a Torrenti e Martinuzzi

di bernardo-3

Potrebbe interessarti

  • Leva militare: come funziona a Udine

  • Cantinetta del vino in casa, quale scegliere

  • Viaggio in auto: come combattere il caldo

I più letti della settimana

  • Lignano, chiamano il taxi ma arriva qualcun altro

  • Ritrovata Lorena in uno stavolo di montagna: è viva ma semi incosciente

  • Si distendono a terra aspettando le auto mentre l'amica li filma, ragazzini rischiano l'investimento

  • Giornata no per i locali lignanesi, chiusi il Mr. Charlie e La Pagoda di Pineta

  • Va dal medico perché in sovrappeso, scopre di essere incinta al settimo mese

  • Ruba un'auto, sperona i carabinieri e poi cerca di rubargli la pistola, arrestato

Torna su
UdineToday è in caricamento