Piccoli alunni dell'International School adottano un'arnia per proteggere le api

Colpiti dalle problematiche ambientali, i bimbi di elementari e materne decidono di adottare le api per salvaguardare l'ecosistema

Bella iniziativa della “The Udine International School”, attenta alla salvaguardia dlel'ambiente. In un periodo in cui le tematiche ambientali sono sempre più al centro dell'attenzione, al pari della questione della moria delle api, la sensibilizzazione dei più piccoli svolge un ruolo fondamentale. Ecco perché la “The Udine International School” verso la salvaguardia dell’ambiente, ha deciso di adottare un’arnia. Di seguito la spiegazione degli alunni di grade 8.

L'iniziativa

In questo ultimo periodo nelle campagne friulane c’è stata un’anomala moria di api a causa del massiccio uso, nella coltivazione del mais, di fitofarmaci particolarmente tossici per le api. Gli studiosi hanno cercato di capire quali prodotti siano pericolosi e letali per le api in modo tale da vietarne l’uso. L’obiettivo della scuola non è solo quello d’ispirare altra gente ad aiutare il nostro pianeta, ma anche quello di insegnare agli studenti a rispettare l’ambiente. Nella scuola materna gli alunni stanno già piantando la lavanda, la menta, l’origano… per attirare le api, con l’intento di proteggere l’ambiente e chiedono ai propri genitori di donare altri fiori e piante. Certe classi delle elementari hanno anche assistito ad un workshop, in cui veniva spiegata l’importanza della salvaguardia delle api e il loro ruolo fondamentale. Se le api dovessero scomparire, la catena dell’ecosistema, che coinvolge tutto il mondo vegetale, si interromperebbe causando, di conseguenza, anche la morte degli esseri umani.

L'arnia adottata

Nel corso dei prossimi giorni gli alunni dovranno decorare a piacere l’arnia che hanno “adottato,” per mostrare la partecipazione e coinvolgimento in questa attività, nell’attesa di poter gustare l’anno prossimo il miele ricavato! Con questo progetto vogliamo cercare di contribuire, anche se in minima parte, a riequilibrare l’ecosistema, rimpiazzando le api perse in questa calamità. Tutto ciò rappresenta un piccolo ma significativo gesto, poiché il nostro futuro va rispettato, cercando come prima cosa di combattere l’inquinamento ambientale e proteggere questi piccoli insetti impollinatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento