Bearzi, i primi 60 anni del settore meccanico

Nella annuale riunione degli ex allievi del Bearzi, in programma domenica 21 gennaio, si inserisce il 60mo di fondazione della scuola per i meccanici. L’assemblea ricorderà professori e salesiani vivi e defunti e, in modo particolare, il sig. Dante Cavazzini, che donò i locali per ospitare il settore meccanico. Nello specifico si tratta di tre costruzioni, edificate in tempi diversi: il capannone dedicato alla madre, un notevole ampliamento, e un edificio di due piani con sei aule dedicato al fratello.

Di ritorno dal fronte, Cavazzini iniziò l’attività di commercio di spezie, partendo da un semplice carrettino fino ad arrivare, negli ultimi anni, a un grande negozio in centro a Udine. Con i suoi guadagni si prodigò sempre nella beneficenza, in particolare nei confronti dell’Istituto Bearzi e del Cottolengo di S. Maria la Longa. Soleva dire: «Meglio donare da vivi, in modo da poter godere del buon uso del denaro». Di uomini come il sig. Dante la Provvidenza ne ha suscitati tanti, e la lista continua. La scuola professionale per meccanici oggi conta quattordici corsi triennali e continua a fornire un ottimo servizio, favorendo la passione degli allievi per il lavoro. Oltre al sig. Cavazzini verranno ringraziate le banche, aziende e persone che intervengono con generosità quando la scuola necessita di attrezzature innovative.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Denudati e perquisiti al gelo: l'incubo durante il tour europeo di due musicisti friulani

  • Schianto fatale lungo la regionale 356, perde la vita un motociclista

  • "Continuate a cenare tranquilli, noi vi rapiniamo casa"

  • Incidente mortale a Faedis, la vittima è il 56enne Michele Cabas

  • Ultrà friulano aggredisce supporter della squadra avversaria e scappa

Torna su
UdineToday è in caricamento