Oltre 8 milioni di euro per il turismo in Friuli Venezia Giulia

Fondo turismo e Articolo 100: oltre 8 milioni a disposizione delle Pmi per ammodernamento, videosorveglianza ed efficienza energetica

A disposizione delle micro-piccole e medie imprese del Friuli Venezia Giulia ci sono oltre 8 milioni di euro: una quota di 5,5 milioni è stata allocata sul Fondo turismo e quasi 3 milioni riguardano invece l’articolo 100. Le misure si appoggiano sul dettato delle leggi regionali 29 del 2005 e 21 del 2016.

I bandi

L’apertura dei due bandi è stata illustrata da Confcommercio provinciale di Udine e Confidi Friuli a una sessantina di operatori di Lignano alla Terrazza a Mare della località balneare friulana. È stato il primo di una serie di incontri, assieme alle banche del territorio, che serviranno ad informare le imprese delle due opportunità di contributo e credito.
Alla presenza del vicepresidente di Confcommercio Alessandro Tollon, del presidente e del direttore generale di Confidi Friuli Cristian Vida e Remigio Venier, che hanno sottolineato l’importanza di risorse mirate all’innovazione delle Pmi, i contenuti delle iniziative regionali sono stati illustrati da Lina Colaone, Area Credito di Confcommercio.

Fondo turismo

Il canale contributivo del Fondo turismo (termine per le domande le 16.30 del 30 dicembre) riguarda tra l’altro lavori di ampliamento, ristrutturazione, ammodernamento e straordinaria manutenzione di strutture ricettive, acquisto di arredi e attrezzature e realizzazione di parcheggi a servizio delle strutture ricettive alberghiere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Articolo 100

Per quel che riguarda invece l’articolo 100 i finanziamenti ammessi (termine per le domande le 16.30 del 15 novembre) riguardano anche attrezzature e strumentazioni (pure per pagamenti in moneta elettronica e per il commercio elettronico), sistemi di videosorveglianza e sicurezza innovativi e per l’accrescimento dell’efficienza energetica. E ancora, partecipazione a mostre, fiere, esposizioni e manifestazioni commerciali e corsi di formazione del personale destinato alla gestione dei siti di commercio elettronico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È finalmente cassa integrazione, l'Inps dice ok ai pagamenti

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • La Croazia taglia fuori gli italiani: turisti solo da 10 paesi europei

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento