Dismissione passaggi a livello, in aprile il tavolo tecnico

L'obiettivo è smantellare la bretella ferroviaria che divide in due la città

Pare che finalmente, dopo le tante proteste dei comitati cittadini, la situazione rispetto ai passaggi a livello si sblocchi. È previsto infatti per giovedì 11 aprile l'avvio del tavolo tecnico, al quale l'amministrazione comunale sta lavorando al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con obiettivo la dismissione della bretella ferroviaria che taglia in due la città. Ad annunciarlo è il senatore della Lega Mario Pittoni, consigliere comunale a Udine oltre che presidente della commissione Cultura a palazzo Madama. «Con il sottosegretario ai Trasporti Armando Siri e i rappresentanti di Rete ferroviaria italiana - spiega Pittoni - abbiamo coinvolto l'assessore regionale alle Infrastrutture e Territorio Graziano Pizzimenti e il sindaco della città Pietro Fontanini. Dopo il ritiro della firma dal protocollo d'intesa con Rfi, che nel 2016 ha procrastinato a data da destinarsi la dismissione della tratta, nostro obiettivo è adesso la soppressione nel più breve tempo possibile dell'obsoleta e costosa linea, come chiesto da tutte le forze politiche con il voto in consiglio comunale sulla mia mozione. Non possiamo permetterci errori».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Croazia apre anche ai turisti italiani: chiarita la posizione del Paese

  • L'Austria non apre all'Italia, Fedriga: "Distrutta qualsiasi regola europea"

  • Spiagge, nuova ordinanza in arrivo: ecco cosa deciderà

  • Apre un nuovo locale: la focacceria Mamm si amplia e inaugura un forno bistrot

  • Finestrini sfondati: "Le forze dell'ordine si occupino di quello per cui le paghiamo, non di multe ai locali"

  • Coronavirus: quattro contagi in più a Udine, dodici in tutta la regione

Torna su
UdineToday è in caricamento