Apicultori: lieve incremento nella popolosita' delle famiglie di api

La conferma arriva dai dati del monitoraggio compiuto dal Consorzio Apicoltori della provincia Udine

Dopo un 2014 catastrofico per la produzione di miele, si registrano segnali piu' ottimistici sull'attivita' delle api nel 2015. Lo confermano i dati del monitoraggio compiuto dal Consorzio Apicoltori della provincia Udine, che ha rilevato nelle ultime due settimane un incremento nella popolosita' delle famiglie di api.

"Benche' sia ancora prematuro fare pronostici sull'intera stagione, - afferma il presidente Giorgio Della Vedova - constatiamo che le famiglie si stanno sviluppando bene, stanno raccogliendo nettare e polline in quantita'. Continueremo a monitorare la situazione auspicando che si consolidi e sia tale da favorire un'effettiva ripresa per il settore e si recuperino le perdite" del 2014, anno in cui la produzione regionale e nazionale ha registrato un calo del 50-60%.

L'assessore provinciale all'agricoltura, Leonardo Barberio, ha commentato positivamente i risultati del monitoraggio e ha auspicato che la Regione conceda alle Province "contributi non solo per l'acquisto di alveari e famiglie di api, ma anche attrezzature e macchinari. Solo cosi' potremmo dare un vero e proprio sostegno al mondo apistico le cui problematiche e difficolta' e quindi strategie di difesa sono in continua evoluzione".

(Fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si getta nelle acque gelide del canale per salvare il suo labrador, è la compagna di mister Gotti

  • Scuole chiuse, niente eventi sportivi, musei e messe per una settimana: Friuli pronto a fermarsi completamente

  • Pagati per stare a letto 60 giorni a pochi chilometri dal Friuli, si cercano volontari

  • Coronavirus, altri 10 casi sospetti in Fvg. L'appello della Regione, se temete il contagio chiamate il 112

  • La scommessa di Alessandro: un'osteria nel cuore di Udine dove bere meno e meglio

  • Camminano per strada rientrando in albergo e gli arriva un secchio di urina in testa

Torna su
UdineToday è in caricamento