Addio a 34 alberi in città per «questioni di sicurezza»

L'annuncio è del vice sindaco Loris Michelini. Gli interventi riguarderanno via Dante, via Pieri, via Chiusaforte e via Martignacco. Previsti nuovi innesti o spostamenti in altre zone della città, il numero complessivo delle piante non diminuirà

La situazione in via Gino Pieri

Cambia il verde pubblico nelle vie Pieri, Chiusaforte, Dante e Martignacco con 34 alberi destinati a sparire. Lo ha deciso la Giunta comunale. Attacco al verde pubblico della città? No, solo una «questione di sicurezza», come ha chiarito il vice sindaco Loris Michelini, a causa delle radici delle piante che alzano i sanpietrini o le piastrelle dei marciapiedi, creando non pochi inconvenienti e in alcune zone — come in via Pieri — impedendo il passaggio pedonale. 

Nuovi innesti

Dove non sarà possibile, per ragioni di spazio fisico necessario, procedere a nuovi innesti di alberi con radici che scendono in profondità (invece di espandersi orizzontalmente) si procederà a piantare lo stesso numero di piante tolte in altre aree della città, come il parco “Martiri delle foibe” di via Bertaldia, nella zona di viale Ungheria. Nessuna diminuzione della superficie di verde pubblico a Udine quindi, ma — nelle intenzioni dell'Amministrazione — un'organizzazione differente.

Potrebbe interessarti

  • Post-sbornia: i rimedi per stare meglio dopo una bevuta

  • I sintomi, i rimedi e le cure per il morso del ragno violino

  • Quanto bisogna aspettare prima di fare il bagno?

  • E' vero che le zanzare preferiscono pungere certe persone rispetto ad altre?

I più letti della settimana

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Gianpiero, l'operazione è conclusa e riuscita

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

  • Scompare da casa e tenta il suicidio, i poliziotti la salvano per miracolo

  • Incidente mortale in Slovenia, la vittima è un 48enne di Palmanova

  • Violento temporale si abbatte sulla Bassa Friulana, maltempo in arrivo anche a Udine

Torna su
UdineToday è in caricamento