sabato, 20 settembre 23℃

Ascolto e protezione sociale per il personale del carcere

Siglato a Udine un accordo tra psicologi e case circondariali di Udine, Gorizia e Pordenone

Redazione 18 aprile 2014

Psicologi e psicoterapeuti al servizio del personale del carcere di Udine. Giovedì 17 aprile' stato siglato il recepimento locale del protocollo d'intesa, già attivo a livello italiano, tra il consiglio dell’Ordine degli Psicologi e l’Amministrazione Penitenziaria, in favore del personale dell’amministrazione penitenziaria-

Nella direzione della Casa circondariale di Udine è stato firmato dall’Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia, rappresentato dal Presidente dott. Roberto Calvani e dalla vice presidente dott.ssa Leila Rumiato e dalle Case Circondariali di Udine, Pordenone e Gorizia rappresentate dai  Direttori dott. Alberto Quagliotto e Irene Iannucci.

La sottoscrizione dell'accordo, si pone l’obiettivo di rafforzare le attività di assistenza, ascolto e protezione sociale in favore del personale dell’amministrazione penitenziaria e dei loro famigliari, offrendo l’opportunità di affrontare e risolvere problematiche riguardanti la sfera psicologica e la qualità di vita.

Attraverso il protocollo, verranno individuati psicologi e psicoterapeuti con formazione specifica, per fornire, nei termini dell’apposita convenzione, prestazioni professionali ai dipendenti dell’amministrazione penitenziaria, in servizio e in congedo, e ai loro familiari. 

Il documento prevede, inoltre, compatibilmente con le risorse disponibili, l’organizzazione di convegni e conferenze divulgative in favore del personale dell’amministrazione penitenziaria nelle materie attinenti il benessere psicosociale e alla prevenzione del disagio lavorativo.

Annuncio promozionale

I professionisti aderenti sono individuabili sul sito nazionale dell’Ordine degli Psicologi all’indirizzo www.psy.it.

psicologia

Commenti