Codroipo, prima la rissa e poi l'accoltellamento: i particolari

La ricostruzione della vicenda che si è verificata ieri sera in piazza Giardini Pubblici

L'ospedale di San Vito al Tagliamento

Il classe 2002 colpito con un coltello nella serata di sabato a Codroipo, in piazza Giardini Pubblici, non si era accorto di essere stato ferito. Sono stati gli amici che lo hanno avvertito, vedendolo sanguinare dalla spalla e costringendolo così a ricorrere alle cure del pronto soccorso dell'ospedale di San Vito al Tagliamento. La prognosi per la completa guarigione stilata dal personale sanitario, come anticipato, è di 30 giorni. Il giovane non è in pericolo di vita, trattandosi di una ferita marginale.

La rissa

In base a quanto ricostruito dai carabinieri della stazione locale che indagano sulla vicenda, tra le 9 e la mezzanotte di ieri due gruppi di giovani si sono ritrovati in piazza Giardini, nel centro del Medio Friuli. A un certo punto, per futili motivi ancora da chiarire, è scattata una lite. In uno dei due gruppi c'era anche un uomo del 1972, conosciuto da tutti i ragazzi perché - nonostante ora risieda in provincia di Pordenone - un tempo abitava a Codroipo. Il 46enne, con un coltellino, ha ferito il minorenne. Dopodiché se n'è andato, e solo in quella fase il 17enne si sarebbe accorto, grazie agli altri componenti del suo gruppo, della perdita di sangue. A quel punto è andato in ospedale per farsi medicare e ha successivamente denunciato a piede libero il 46enne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Piangevano tutti». L'incredulità e la tristezza dei dipendenti della Safilo

  • Stesa a terra in strada, si pensa a un incidente ma in realtà è un'ubriaca inseguita dal marito

  • Chiude la Safilo di Martignacco, 250 persone senza lavoro

  • Entra in bar e punta il fucile contro un cliente per un commento di troppo

  • Riapre il Liberty: nel locale di viale Ledra rivivranno le anime del PiGreco e del Wellington

  • Canta il coro gospel, più di 10 intossicati finiscono in ospedale

Torna su
UdineToday è in caricamento