Via Pieri, iniziato l'abbattimento degli alberi

Il programma, secondo quanto dichiarato dall'Amministrazione, prevede la scomparsa di 34 piante. In altre aree della città sono previste altrettanti innesti

Cambia il verde pubblico in via Pieri con l'abbattimento degli alberi. L'intervento era stato annunciato a fine 2018 dal vice sindaco Loris Michelini, che aveva chiarito come si volesse operare. Saranno coinvolte anche le vie Chiusaforte, Dante e Martignacco con 34 alberi destinati a sparire.

Solo una «questione di sicurezza»,  ha chiarito il vice sindaco Loris Michelini. L'intervento è giustificato dai pericoli originati dalle radici delle piante che alzano i sanpietrini o le piastrelle dei marciapiedi, creando non pochi inconvenienti e in alcune zone — come in via Pieri — impedendo il passaggio pedonale. 

Nuovi innesti

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dove non sarà possibile, per ragioni di spazio fisico necessario, procedere a nuovi innesti di alberi con radici che scendono in profondità (invece di espandersi orizzontalmente) si procederà a piantare lo stesso numero di piante tolte in altre aree della città, come il parco “Martiri delle foibe” di via Bertaldia, nella zona di viale Ungheria. Nessuna diminuzione della superficie di verde pubblico a Udine quindi, ma — nelle intenzioni dell'Amministrazione — un'organizzazione differente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio mascherina: non sarà più un obbligo né all'aperto e né al chiuso

  • Addio mascherina, è ufficiale: via libera anche a cinema e sagre

  • Trovato morto nel suo letto a 26 anni, era nativo di Latisana

  • Schianto mortale in Carnia, perde la vita un motociclista

  • Vacanze estive: dove possono andare friulani e italiani nell'estate 2020

  • Carlo Cracco stringe una collaborazione con un'azienda friulana

Torna su
UdineToday è in caricamento