Festa della Liberazione, Giacomello: «25 aprile la ricorrenza di tutti gli italiani»

Il sindaco ha esortato a considerare la giornata come fanno i francesi con le celebrazioni della presa della Bastiglia o gli americani con il 4 luglio. Centinaia di persone in piazza per partecipare alla cerimonia

Festa della Liberazione, celebrazioni a Udine

Festa della Liberazione, celebrazioni e commenti Udine-3«Viva la Resistenza. Viva Udine Medaglia d’oro. Viva l’Italia». Si è chiuso così il discorso del sindaco Carlo Giacomello in occasione delle celebrazioni in piazza Libertà per la Festa della Liberazione. Il primo cittadino ha ricordato tutti coloro che sono caduti in nome della libertà, tradendo un'emozione sincera.

Carlo Giacomello, il discorso completo

Il video delle celebrazioni in piazza Libertà con il discorso di Giacomello.

Bolzonello

«Il 25 aprile rappresenta per l’Italia la fine di un incubo, la fine di un periodo storico in cui i diritti sono stati cancellati in nome di una follia chiamata fascismo». Sergio Bolzonello, candidato del centrosinistra alla presidenza del Friuli Venezia Giulia, ricorda nel giorno in cui si celebra la liberazione, i valori della resistenza: «Di donne e uomini che hanno scelto di sacrificare la loro vita per regalarci quella libertà che oggi qualcuno dà per scontata. Oggi viviamo in un’epoca in cui si vogliono costruire muri, in cui il diverso è il male, in cui il confronto pubblico è troppo spesso inquinato dall’odio, quello stesso odio che molti sfogano con veemenza sui social, un esempio arriva dagli aberranti auguri di morte rivolti sui social a Giorgio Napolitano a cui invece faccio i migliori auguri di pronta guarigione».

«Oggi - rimarca Bolzonello - dobbiamo celebrare la liberazione, quella lotta per la libertà che i partigiani hanno saputo e voluto condurre con orgoglio e determinazione. Non possiamo prescindere da quei valori che rappresentano la base della nostra democrazia, quella democrazia che sembra sempre più in difficoltà per colpa di chi preferisce cavalcare la paura e l’odio. Non possiamo pensare di arrenderci, dobbiamo continuare a rappresentare i valori di giustizia e pace che sono i valori alla base della Repubblica. Siamo un paese forte, che ha sempre dimostrato di avere coraggio e penso che in Friuli Venezia Giulia questo orgoglio sia ancora più forte perché qua abbiamo dimostrato che il passato non è fatto di muri che si costruiscono, ma di muri che si abbattono».

«Serve coraggio - spiega Bolzonello - e la liberazione è un qualcosa che bisogna avere la forza di celebrare tutti i giorni. Non è un dono, è una conquista e serve determinazione per difenderla. Ricordiamo la nostra storia, ripensiamo alle “scarpe rotte” di quelle donne e quegli uomini che purtroppo il tempo ci sta portando via. Studiamo e cerchiamo di capire cosa significa tornare indietro, rinunciare ai nostri diritti, alla nostra democrazia, alla nostra libertà. Guardiamo indietro per guardare avanti, per pensare ad un paese migliore, basato sulla solidarietà, per i nostri figli che meritano di non aver paura» conclude.

De Monte

«Fermare il vento estremista che spazza l’Europa, Italia compresa, sembra impresa ardua, ma è una battaglia che va combattuta fino in fondo. Lo si deve fare con la coerenza e la responsabilità della politica, e con la netta distinzione tra ciò che è bene e ciò che è male. Le vie di mezzo non esistono». Lo afferma l’europarlamentare Pd Isabella De Monte.

Secondo De Monte «l’Italia repubblicana nasce sulle ceneri del fascismo e grazie alla lotta partigiana. La Liberazione dal nazi-fascismo è la base sulla quale si reggono la nostra democrazia e gli straordinari principi custoditi dalla nostra Costituzione: non sono valori sindacabili. La politica ha la grande responsabilità di mantenere viva e partecipata questa memoria, condannando in modo netto ogni forma di violenza ed estremismo. Purtroppo, in Italia come in Europa, c’è chi non si assume tale responsabilità, e lo fa in modo doloso. C’è chi pesa l’odio in consenso e non si rende conto di giocare col fuoco. Alla politica sana – conclude De Monte – il compito di contrastarli con ogni mezzo».

Festa della Liberazione, celebrazioni e commenti Udine-5

Festa della Liberazione, celebrazioni e commenti Udine-4

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura a induzione: come funziona e quali sono i vantaggi?

  • La "speranza per Maria" si è spenta in maniera tragica

  • Incidente all'alba, muore una mamma mentre accompagna la figlia a scuola

  • Taylor Mega ubriaca in diretta tv: "sono friulana, l'alcol dovrei reggerlo"

  • Incidente mortale, grave una 25enne barista a Lignano

  • "4 Ristoranti", le prime indiscrezioni su quello che è piaciuto di più ad Alessandro Borghese

Torna su
UdineToday è in caricamento