Auto immatricolate all'estero: 13 fermati a Udine dall'entrata in vigore del decreto

Dall'inizio dell'anno sono stati 13 i veicoli sanzionati per circolare in Italia con targa straniera

Nella prima settimana di settembre sono state controllate 645 automobili dalla Polizia Stradale: 226 persone sono state sottoposte ad accertamenti con etilometro o precursore, 464 sono state le infrazioni complessivamente elevate con 614 punti decurtati; le patenti di guida ritirate sono state 6, le carte di circolazione 1.

I mezzi con targa straniera

Da dicembre 2018 è entrato in vigore il decreto legge per ostacolare il fenomeno della circolazione da parte di persone stabilmente residenti in Italia con veicoli immatricolati all’estero al solo fine di eludere il pagamento del bollo e dell’assicurazione. Qquesto stratagemma è stato usato anche per evitare l’effettuazione delle visite di revisione periodiche secondo la normativa italiana, nonché per rendere difficoltosa se non impossibile la notifica delle infrazioni commesse.

Il reato

In particolare il legislatore ha determinato che le persone residenti in Italia da più di 60 giorni non possono circolare alla guida di autoveicoli immatricolati all’estero, pena l’applicazione di una sanzione amministrativa fino a 2.848 € e il sequestro del veicolo. Una volta applicata questa sanzione, il conducente ha 180 giorni di tempo per immatricolare il veicolo in Italia oppure può chiedere alla Motorizzazione il rilascio di un foglio di via per condurlo definitivamente oltre confine. Qualora decorrano i 180 giorni senza alcuna richiesta da parte di conducente o proprietario, il veicolo viene confiscato amministrativamente.

La situazione a Udine

La Polizia Stradale di Udine da quando è entrata in vigore la normativa ha sanzionato 13 conducenti, di cui 10 stranieri e 3 italiani. La provenienza di immatricolazione dei veicoli è eterogenea, 3 dall’Austria, 3 dalla Romania, 2 dalla Germania e 1 rispettivamente da Russia, Bulgaria, Repubblica Ceca, Albania e Francia. Dei 13 veicoli sequestrati, a oggi due sono stati reimmatricolati con targa italiana, per uno è stato chiesto il foglio di via per l’esportazione, mentre tutti gli altri sono in attesa di definizione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cede un pezzo di autostrada, A4 chiusa tra Porto e Latisana

  • Operaio trovato morto in casa a soli 42 anni

  • Provoca i giocatori dell'Udinese, scatta il parapiglia e poi scappa

  • Autovelox verso Lignano senza pietà, multa per un chilometro oltre il limite

  • Scontro in A4, 23enne udinese incastrato nell'abitacolo di un'auto

  • Tira un pugno in faccia ad una donna incinta e fugge, sconcertante episodio a Friuli Doc

Torna su
UdineToday è in caricamento