Polizza casa: cosa include e perché sottoscriverla

Questa polizza, anche se si tratta di un costo in più, in alcuni casi rappresenta un ulteriore modo per tutelare la propria abitazione

@ Immagine tratta da roveda.it

Nonostante la casa sia considerata uno dei beni più importanti per ogni famiglia, in pochi decidono di sottoscrivere una polizza che permetta di mettere al riparo l'abitazione da ogni rischio e pericolo.

In caso di mutuo

Mentre la polizza contro incendi, fulmini, scariche di corrente e scoppi dovuti, per esempio, a una fuga di gas è obbligatoria quando si chiede un mutuo e ha una durata limitata nel tempo (perché una volta estinto il debito cessa anche l’assicurazione), le altre polizze non vengono prese altrettanto in considerazione. Ma cosa può comprendere una polizza sulla casa?

Polizza contro i sinistri

In questo caso, il proprietario stipula con l’assicurazione una polizza per mettere al riparo la casa da una serie di incidenti definiti “sinistri”. Ovviamente, nel caso in cui si ha un evento indesiderato, l’assicurazione provvederà a risarcire il proprietario in base al massimale stabilito, ovvero la somma massima per cui è stata assicurata la casa. Se i danni superano questa cifra, la differenza non viene rimborsata. Più il massimale è alto più la rata annua della polizia è alta. Inoltre, prima di sottoscrivere un contratto, bisogna valutare anche la franchigia, ovvero la cifra minima sotto la quale il danno non viene liquidato; questo solitamente riguarda piccoli guasti.

Cosa può includere una polizza casa

  • Danni a terzi. Si ha un’assicurazione sui danni che involontariamente vengono subiti da terze persone, sia membri della famiglia, che animali domestici o lavoratori che prestano servizio in casa.
  • Incendi. Si mette al riparo la casa da incendi provocati da cortocircuiti, fiamme sprigionate dal camino.
  • Eventi calamitosi. Tutti quei danni dovuti alle condizioni climatiche, come forti temporali.
  • Furti e rapine. Si proteggono i beni che possono essere trafugati a seguito di furti. Se si hanno oggetti preziosi, alcune compagnie assicurative hanno clausole dedicate.
  • Catastrofi naturali. In questo caso si mette al sicuro l’abitazione da terremoti e alluvioni che portano alla distruzione completa della casa o a danni consistenti.
  • Infortuni domestici. Riguarda le persone e si stipula un’assicurazione su eventuali infortuni che si verificano all’interno o all’esterno della casa e determinano un’invalidità permanente.
  • Assistenza manutenzione. Si stipula un contratto per usufruire di un servizio di assistenza nel caso in cui ci siano guasti e si ha bisogno di un intervento urgente.

Assicurazioni sul condominio

Anche quando si compra casa all’interno di un condominio si può usufruire di un’assicurazione. La “polizza globale fabbricati” è sottoscritta da tutto il condominio che, nella sua forma base, mette al sicuro lo stabile da danni provocati da incendi, esplosioni, scoppi fulmini e terzi. Come ogni assicurazione, può essere ampliata con altre coperture. Se il condominio è di nuova costruzione, massimo entro dieci anni, ci sono sconti e agevolazioni. Solitamente, il contratto è firmato dall’amministratore di condominio, ma deve essere approvato dell’assemblea con voto favorevole della maggioranza dei presenti e deve rappresentare almeno la metà del valore dell’edifici.

Assicurazione casa in affitto

Per chi ha un’abitazione con canone mensile, si può sottoscrivere una polizza che copra i danni alla casa e a terze persone con una copertura base per scoppi e incendi che può essere ampliata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Detrazioni fiscali

Le polizze assicurative non sono detraibili, tranne in alcuni casi, come quelle che riguardano i danni causati da eventi calamitosi stipulate a partire dal 1° gennaio 2018. Con queste si può detrarre il 19% del premio su un immobile ad uso abitativo a norma, nella dichiarazione dei redditi. Altra eccezione è costituita dalla polizza stipulate sul condominio, relativamente alla quota di premio riferita alla singola unità immobiliare residenziale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aria salubre e sicura con la corretta manutenzione dei climatizzatori

Torna su
UdineToday è in caricamento