"Ottobre rosa e...piccante!": al via la campagna della LILT 2019

Nel quadro della Campagna nazionale Nastro Rosa "Lilt for Women", la sezione di Udine presenta la campagna di prevenzione e di sensibilizzazione sulla ricerca in campo oncologico

Ottobre è il mese della prevenzione "in rosa" e vedrà una serie di iniziative di informazione sulla prevenzione dei tumori, di sensibilizzazione sulla ricerca in campo oncologico, di promozione e supporto alle diverse attività svolte gratuitamente dalla LILT - Sezione Provinciale di Udine ONLUS. La campagna, dal titolo "Ottobre rosa e...piccante!" si svolgerà nel quadro della Campagna nazionale Nastro Rosa "Lilt for Women" e con il patrocinio della Delegazione di Udine dell'Accademia Italiana del Peperoncino.

La campagna nazionale

"Nastro Rosa" è una campagna di sensibilizzazione che si svolge ogni anno dal 1992 ed è mirata, in particolare, sul tema della prevenzione dei tumori femminili. Testimonial nazionale di quest'anno sarà Belen Rodriguez.

I dati nazionali e regionali

Secondo gli ultimi dati, è incominciata una lieve curva di discesa riguardo i tumori, con 2 mila casi in meno rispetto all'anno precedente. Per quanto riguarda i tumori al seno, poi, in Italia si contano 53mila casi, mentre nella nostra regione 1.350 e si riscontra una leggera crescita. Accanto a questi dati, si registrano in tutta Italia 3 milioni e 460mila persone che si stanno curando o che sono state curate, in Friuli Venezia Giulia 80mila. "Questi dati sono collegati a delle cure molto buone e alla campagna di prevenzione, oltre alla dieta e a uno stile di vita sano ed equilibrato", dichiara il presidente di Lilt sezione di Udine, Giorgio Arpino. Inoltre, per quanto riguarda il tumore al seno, si registra una percentuale di guarigione del 87 per cento in Italia, e del 88 per cento in Friuli. "Rimane comunque una necessità primaria: l'assistenza psico-oncologica ai malati ricorda il presidente –. L'anno scorso la Lilt ha speso 65mila euro per aiutare i pazienti grazie al sostegno di psico-oncologhe (personale specializzato in questo settore), ma questa assistenza dovrebbe passare in mano alla Regione, perché non può rimanere in carico alle associazioni". A questa richiesta, il presidente del Consiglio regionale Piero Mauro Zanin ha risposto che si farà "portavoce a Fedriga e alla Regione di queste domande, come anche anticipare lo screening (perché prevenire è meglio che curare), rafforzare la prevenzione e rafforzare il rapporto tra medico di base e paziente".

Prevenzione personalizzata

Tra le diverse iniziative che si svolgeranno in questo mese, il momento centrale sarà il convegno che si svolgerà in sala Ajace a Udine il 19 ottobre prossimo (ore 9.00) sul tema "Come l'oncologia diventa più personale - strumenti presenti e futuri". Durante l'incontro verrà fatto il punto sulla ricerca finanziata dalla Lilt nazionale con 80mila euro derivanti dall'8 per mille. Per l'occasione, saranno presenti il presidente Francesco Schittulli e l'assessore alla salute della Regione Riccardo Riccardi. "Questa ricerca è molto importante perché si cerca di intercettare in tempi molto brevi le ricadute e di ottimizzare i farmaci che curino le recidive e l'impatto emotivo sulle donne" fa sapere Sandra Dri, vicepresidente di Lilt Udine. "Questa ricerca rispecchia in pieno la filosofia della Lilt: dietro ogni malattia c'è la persona, che va curata sia nel fisico che nell'animo. Si tratta, quindi, di trattamenti individuali studiati sulla persona, prendendo in considerazione sia la malattia, che l'ambiente in cui questa vive, studiando la persona nel suo insieme".

Peperoncino Day

Altra attività che si svolgerà questo mese è il "Peperoncino Day" che consiste nella proposta al pubblico, nelle giornate di sabato 12 e domenica 13 ottobre, di un "bouquet" di prodotti agroalimentari nostrani in cambio di un'offerta da devolvere alla Lilt. "La cosa più importante da ricordare – dichiara Bepi Pucciarelli, socio fondatore di Peperoncino Day – è che goccia dopo goccia, e con molta buona volontà, l'Accademia del Peperoncino è riuscita a portare nelle tasche di Lilt 72mila euro in questi anni". Quest'anno l'associazione venderà un kit per cucinare le penne all'arrabbiata, con protagonista, ovviamente, il peperoncino, noto per le sue virtù antitumorali.

La prevenzione gratuita

Per tutto il mese di ottobre, gli ambulatori Lilt (via Francesco di Manzano, 15 Udine) ospiteranno dei medici Lilt per intensificare le usuali visite senologiche gratuite di prevenzione dalle 9.00 alle 13.00 (per informazioni: 0432 548999). Contestualmente, il Comune di Udine, durante tutto il mese, illuminerà di rosa la Loggia.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Schianto mortale nella Bassa, perde la vita un 26enne

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Via Roma, si attacca alla fondina di un poliziotto e cerca di prendergli la pistola

  • È friulano il miglior tiramisù d'Europa

  • Più di 5mila i truffati dalle manutenzioni antincendio

Torna su
UdineToday è in caricamento