Food Tour: al supermercato con nutrizionista e psicologa

Primo appuntamento gratuito sabato 10 febbraio alla Coop di via Bassi, domenica 18 febbraio in programma la prima raccolta firme contro il cibo spazzatura e flash mob in piazza San Giacomo

Fate la spesa con la testa, non con la pancia! E' questo il consiglio che parte da Food tour, iniziativa che propone di andare a fare la spesa con nutrizionista e psicologa per dire no al cibo spazzatura.

Le difficoltà al supermarket

Come districarsi fra i vari prodotti nelle corsie? Quali scegliere senza correre il rischio di diventare troppo ossessivi? Come leggere le etichette ed alzare le antenne di fronte ad additivi, conservanti, coloranti e alimenti iper-processati e raffinati? Troppe volte si entra nel supermercato con le idee confuse e si comprano le prime cose, d'istinto, di pancia, senza riflettere e senza leggere. Per educare i cittadini ad una spesa intelligente e consapevole, scende in campo il trio udinese composto dalla biologa nutrizionista Marta Ciani, dalla psicologa psicoterapeuta Annalisa Poiana Mosolo e dalla divulgatrice scientifica Irene Giurovich (progetto Staresani).

L'obiettivo

“Abbiamo deciso di lanciare la prima campagna Food Tour a Udine – dichiarano le ideatrici -  con un primo appuntamento al supermercato fissato per il pomeriggio di sabato 10 febbraio: accompagneremo nelle corsie i cittadini per aiutarli a riconoscere i cibi più nutrienti e salutari, tramite l'analisi delle etichette e l'accertamento delle filiere, spiegando quali alimenti evitare e quali privilegiare, come riconoscere additivi, addensanti, coloranti, conservanti con cui non riempire il carrello..., come non farsi condizionare dalle pubblicità e dal packaging”. Luogo di ritrovo: Coop di via Bassi.

Si tratta di un'iniziativa gratuita che punta alla sensibilizzazione e all'educazione alimentare calata nella pratica di tutti i giorni: la prevenzione, infatti, inizia al supermercato e prosegue a tavola. Si prediligono i prodotti genuini, freschi, non artefatti. “Sappiamo che i piatti pronti, le minestre magiche in 2 minuti, i primi piatti veloci attirano il consumatore, visto che non c'è tempo e la fretta contraddistingue sia la spesa sia il fornello, con tutti i rischi per la salute. Il tempo dedicato agli acquisti per nutrirsi – questo il messaggio delle esperte – è un tempo investito in salute, in prevenzione e in cura, esattamente come quello impiegato in cucina”. Il tour prenderà in esame frutta e verdura, pane, cereali (integrali), legumi, pesce, surgelati e prodotti per la prima colazione.

La 'spesa con testa' si prefigge di diventare un appuntamento mensile da offrire alla cittadinanza, cambiando le catene dei supermercati, e rientra nella promozione per il cibo sano con cui prevenire le malattie più diffuse. Sono previsti, sabato 10 febbraio, due gruppi da circa dieci persone ciascuno (primo turno 16.30-1730; secondo: 1730-1830), con prenotazione via mail: info@martacianinutrizionista.it o annalisa.poiana@gmail.com

Raccolta firme e flash mob contro il junk food 

Dopo la presa di posizione contro il cibo fast food e le campagne promosse anche da Bastianich per McDonald's, si è messo in moto il sit-in, tramite raccolta-firme, che si terrà domenica 18 febbraio in piazza San Giacomo dalle 10.30 alle 13, organizzato sempre dalla biologa nutrizionista Marta Ciani, dalla psicoterapeuta Annalisa Poiana e Irene Giurovich. I cittadini troveranno anche frutta bio, frutta secca e semi certificati. Si stanno mobilitando anche medici e sostenitori per il primo flash mob alimentare, che andrà in scena in concomitanza con la raccolta-firme, domenica 18 febbraio in piazza.
Obiettivo: trasformare questa azione 'dal basso' in una petizione che venga accolta dal Comune di Udine e realizzata tramite iniziative per la collettività.  Ai cittadini verrà chiesto di firmare per dire no al junk food (cibo spazzatura delle catene commerciali fast food), sì al piatto della salute, conosciuto come piatto di Harvard (cereali integrali, proteine sane, ovvero soprattutto legumi, frutta, verdura, acqua; limitare il consumo di proteine animali, ovvero carne, latte, formaggi e derivati; no alla carne processata e no ad insaccati e salumi). Nutrizionista e psicologa, durante questa manifestazione, saranno a disposizione anche per fornire gratuitamente indicazioni sulla corretta alimentazione e rispondere alle domande dei cittadini, suggerendo come approcciarsi al cibo e alla tavola, evitando di mangiare utilizzando solo la pancia e non la testa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È friulano il migliore giovane neurologo d'Europa

  • Ecco chi sono i rapinatori: quattro uomini con base a Passons

  • Da lunedì chiusa un'uscita autostradale per cinque mesi

  • Schianto mortale in Slovenia, perde la vita un 48enne friulano

  • Bambina di due anni trova una bomba scavando una buca in spiaggia

  • Morto un turista in spiaggia a Lignano Sabbiadoro

Torna su
UdineToday è in caricamento