Montagna: il Bim Tagliamento offre un'occupazione ai senza lavoro

Il consorzio presieduto da Domenico Romano ha destinato 304.000 euro in favore di progetti voucher o borse lavoro attivabili dalle varie amministrazioni comunali delle zone interessate

Anche il Bim – Bacino imbrifero montano del Tagliamento – vuole dare il proprio contributo nel fornire occasioni lavorative di pubblica utilità ai disoccupati residenti nei comuni montani consorziati delle province di Udine e Pordenone. Per questo nel corso dell’assemblea generale è stato deliberato di destinare la cifra complessiva di 304 mila euro in favore di progetti voucher o borse lavoro attivabili dalle varie amministrazioni comunali.

Il riparto è stato così stabilito: 20 mila euro andranno ai comuni con popolazione superiore ai 10 mila abitanti, quindi Tolmezzo e Gemona del Friuli; 8 mila euro a testa ai comuni dai 4 ai 10 mila abitanti; 7 mila a quelli in fascia 2-4 mila abitanti; 6 mila dai mille ai duemila residenti, e 5 mila euro ai comuni con meno di mille abitanti.

Per accedere a questi finanziamenti – spiega il presidente del Bim Tagliamento Domenico Romano - le singole amministrazioni comunali dovranno presentare al Bim una breve relazione del progetto che intende avviare (interventi per la cura del verde pubblico, manutenzioni, archivistica, supporto, ecc) e privilegiare nel conferimento degli incarichi le persone disoccupate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo a terra in viale Volontari della Libertà

  • Accoltellamento in via Scrosoppi, ferita una ragazza dopo una lite

  • Confonde l'acceleratore col freno e tampona cinque auto

  • Morto folgorato al primo giorno di lavoro, si va al processo

  • Schianto nella notte, muore a 39 anni

  • Distruggono la piscina di Feletto, danni per oltre 50mila euro

Torna su
UdineToday è in caricamento